Olivi (PD): "Vogliamo fermare il calo delle nascite? Aumentiamo l'occupazione femminile"

La proposta dal consigliere del Partito Democratico, quando è in corso la discussione della Legge di bilancio

Il modo migliore per incentivare la natalità? Aumentare l'occupazione femminile. La proposta, decisamente in controtendenza rispetto alle attuali politiche in tema, arriva dal consigliere del Partito Democratico Alessandro Olivi, nei giorni in cui a Trento si tiene il Festival della Famiglia.

Solo l'11% dei papà usa il congedo

Un piano occupazionale ma non solo: il consigliere chiede di elevare fino a 15.000 euro (attualmente il limite è 4.000) la soglia dei redditi che non vengono considerati ai fini Irpef per le donne con figli da 0 a 3 anni. 

"Gli studi dimostrano che i bonus, gli assegni e i kit sono utili ed importanti per le famiglie che i figli li hanno già, ma sono sostanzialmente inefficaci per fronteggiare il calo della natalità - dice Olivi, rivolgendosi alla Giuta - Non spezzettate quelle risorse in tanti rivoli, concentriamole invece in un piano straordinario a favore delle mamme che hanno figli piccoli e che lavorano. In tutti i paesi d’Europa esiste infatti una comprovata correlazione tra crescita del lavoro femminile e aumento della natalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

Torna su
TrentoToday è in caricamento