Meraviglie, il programma record di Angela arriva sulle Dolomiti

La puntata del 17 gennaio dedicata a Matera, Pisa e Dolomiti. Un successo sorprendente per la trasmissione, con 5 milioni e mezzo di telespettatori dalla prima puntata

Foto: Facebook pagina: Alberto Angela - Pagina Fan Ufficiale

Che l'Italia detenga il record mondiale di siti Unesco, ben 53, sul proprio territorio è un dato di fatto. Che una trasmissione dedicata a questi siti, nell'Italia del 2018, faccia il record di ascolti è una sorprendente notiia che ha dato una scossa al paludoso mondo dei media italiani.

Dietro questo successo ci sarà anche un po' di Trentino: la sera del 17 gennaio il viaggio di Alberto Angela, record di ascolti fin dalla prima puntata con 5 milioni e mezzo di spettatori, iniziato il 4 gennaio porterà gli italiani sulle Dolomiti. Si tratta del terzo appuntamento, in onda su Rai 1 alle 21.20, con la storia, la natura e la bellezza dei siti Unesco italiani.

Bufera sulla trasmissione di Angela: "Dolomiti, dimenticato il Veneto" CLICCA QUI...

La puntata sarà dedicata al sito di Matera, a quello della piazza del Duomo di Pisa ed alle Dolomiti. Un successo, quello di Angela, che corre anche in rete doe gli hashtag #meraviglie e #albertoangela sono stati tra i trending topic italiani fin dalla prima serata, al punto da coniare per il giornalista l'hashtag #angelers che ha riunito tutti i suoi fan, unanimi nell’attribuirgli il merito di aver acuito il senso di patriottismo segnato dall'uscita dai Mondiali di calcio della Nazionale italiana. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento