menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza: strappo tra Patt e Andreatta

Pomo della discordia è ancora una volta piazza Santa Maria Maggiore, problema antico per una questione mai passata di moda: quella della sicurezza, inclusa nelle linee programmatiche pre-elettorali. Ora il Patt incalza Andreatta e, su facebook, scrive: "E' l'ultima campanella"

"Vorrei ricordare che l'interrogazione è un mezzo consiliare per ricevere informazioni". Con queste parole oggi il  capogruppo del Patt in consiglio comunale Alberto Pattini corregge il tiro dopo il battibecco nato sui giornali, e sui social network, in seguito ad un'interogazione sul tema della sicurezza a Trento, con particolare riferimento alla zona di Santa Maria Maggiore dove proprio ieri sera, guarda caso, è stato arrestato uno spacciatore recidivo.

Scritte sui muri della chiesa, spesso usati come orinatoi, microcriminalità e rifiuti: la situazione è sotto gli occhi di tutti e non è cambiata con la tanto sbandierata riqualificazione urbanistica della piazza. Il Patt va all'attacco e chiede conto al sindaco con un'interrogazione che non sembra essere semplicemente una "richiesta di informazioni" come dice il consigliere Pattini.

Sarcasmo e puntiglio appaiono evidenti nel testo: dall titolo di "illustrissimo" con cui si chiama il sindaco, fino all'esplicito "ora basta" scritto in maiuscolo. Si chiede l'installazione di telecamere ad alta definizione (nel quartiere ce ne sono alcune già in funzione, evidentemente non abbastanza efficaci), servizi in borghese dopo le 20.00 da parte dei vigili, operazioni di contrasto del "racket dell'elemosina" e dei "deturpatori della legge" nella "zona di nessuno".

A riprendere l'interrogazione sui social network è l'assessore Roberto Stanchina, che però non è tra i firmatari. Giunta Andreatta in crisi o solo un battibecco estivo? Facile, forse, attaccare l'amministrazione su un problema che non è certo nuovo e che sembra essere presente, con le dovute proporzioni, in ogni città, grande e piccola, ma se il problema rimane è chiaro che la questione non passerà di moda. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
  • Attualità

    La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

  • Economia

    Lavoro e sblocco dei licenziamenti, cosa farà il governo

  • Attualità

    Sanità, gli ospedali di Borgo e Tione liberi dal Covid

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento