rotate-mobile
Politica

Panizza risponde al ministro Boschi: "Ogni comunità è artefice del proprio destino"

"Vogliamo un'Italia dove ogni comunità si senta artefice del proprio destino": come dire che ogni territorio dovrebbe avere la propria autonomia. Ma a quel punto le regioni "speciali" non sarebbero più tali. Ecco la (lunga) lettera aperta di Panizza al ministro Boschi

"Noi autonomisti siamo fermamente convinti che l'Italia saprà ritrovare quella fiducia tanto auspicata dal Presidente Renzi, se ciascun territorio sarà in grado di far vivere la propria vocazione, se assumerà su di sé le dovute responsabilità sentendosi e vivendosi come artefice del proprio destino" così il senatore Panizza risponde alle dichiarazioni del ministro Maria Elena Boschi, favorevole alla soppressione delle regioni a statuto speciale, in una lunga lettera aperta (clicca qui) in cui elogia il Trentino come territorio virtuoso ed invita a distinguere tra regione e regione fino ad prospettare un'Italia in cui "ogni comunità si senta artefice del proprio destino". Quindi tutti "speciali". Cioè nessuno?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panizza risponde al ministro Boschi: "Ogni comunità è artefice del proprio destino"

TrentoToday è in caricamento