rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Politica

Sulle operazioni finanziarie sospette il Pd interroga la Giunta

I dati sul riciclaggio in Trentino alla base dell’interpellanza presentata dal consigliere Zeni

L’Unità di Informazione Finanziaria della Banca d’Italia, nella sua relazione in materia di contrasto del riciclaggio e del finanziamento di attività illecite ha fatto emergere come in Trentino Alto Adige, nei primi sei mesi del 2022, siano stati registrati dati molto preoccupanti, con un volume complessivo di operazioni finanziarie sospette pari ad oltre 8 milioni di euro.

Dati, come quello degli indicatori delle operazioni finanziarie sospette che segnano una crescita pari al 28,03% per quanto attiene la provincia di Bolzano e del 2,07% per quanto riguarda la realtà trentina, che hanno portato il consigliere del Partito Democratico a presentare un’interrogazione in Provincia.

Zeni, infatti, interrogherà la Giunta Provinciale per conoscere il punto di vista della stessa sulla situazione presentata dall’Unità di Informazione Finanziaria, se intende fare approfondimenti verificando situazioni a rischio, e soprattutto se si intendono adottare  provvedimenti per contrastare sul territorio trentino il riciclaggio e il finanziamento di attività criminose, anche investendo in termini di formazione degli imprenditori e degli operatori finanziari locali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulle operazioni finanziarie sospette il Pd interroga la Giunta

TrentoToday è in caricamento