menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il consiglio vota la decadenza di Grisenti, che vuole fare ricorso

Astenuti i compagni di partito ma anche Bezzi di Forza Italia, Passamani dell'UPT ed il diretto interessato, Massimo Fasanelli, che resterà in consiglio, pur essendo uscito da Progetto Trentino all'indomani delle elezioni, fino a fine legislatura

E' stata approvata in mattinata la decadenza definitiva dalla carica di consigliere provinciale di Silvano Grisenti, condannato in secondo grado a 12 mesi per truffa e tentata concussione. La sentenza della Corte d'Appello di Bolzano è stata emessa lo scorso 18 marzo ed oggi il Consiglio provinciale ha sostanzialmente preso atto della decadenza di Grisenti in base alla legge Severino che inibisce dalla rappresentanza politica i condannati, anche non in via definitiva.

I legali del consigliere di Progetto Trentino hanno dichiarato di voler fare ricorso in Cassazione contro la condanna della Corte d'Appello. Questa mattina si sono astenuti dalla votazione i compagni di partito Viola, Simoni e Zanon, ma anche Bezzi di Forza Italia, Passamani dell'Upt e Massimo Fasanelli, subentrato a Griseti dopo la notizia della riapertura del processo, che resterà in carica fino a fine legislatura. Primo dei non eletti di Progetto Trentino, partito dal quale si è poi sganciato all'indomani delle elezioni, Fasanelli siede attualmente nel Gruppo misto con le minoranze. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento