rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Marmolada / Canazei

Tragedia in Marmolada, salgono a sette le vittime

Si contano 15 dispersi. Ricerche temporaneamente sospese per maltempo

Salgono a sette le vittime della tragedia avvenuta ieri in Marmolada quando alle 13.45 un seracco di 200 metri con un'altezza di 60 e una profondità di 80 si è staccato dalla calotta di Punta Rocca scagliandosi a una velocità di 300 chilometri orari per un chilometro e mezzo.

Il bilancio è però assolutamente provvisorio: sono ancora 15 i dispersi. Il numero è diminuito dopo il ritrovamento questa mattina di quattro persone vive.

La valanga in Marmolada

Le ricerche con l'elicottero sono riprese questa mattina (per tutta la notte è stato attivo il drone), ma si sono dovute fermare a causa del maltempo che ha costretto lo stesso premier Mario Draghi a raggiungere Canazei - dov’è stata allestita la centrale operativa che sta coordinando le operazioni di ricerca dei dispersi - in macchina e non in elicottero come previsto. Per ora si esclude totalmente la possibilità di inviare soccorritori via terra per la pericolosità dell’area.

Messner: "Dieci gradi sulla Marmolada è troppo"

A Canazei è stata anche allestita la camera ardente con i sei corpi ad oggi recuperati, sono già arrivati i primi parenti. Le salme sono state portate al palaghiaccio cittadino. Le procedure per l'identificazioni dei corpi sono tutt'ora in corso. Sul posto anche gli operatori di Psicologi per i popoli in supporto ai familiari sia delle vittime, sia dei dispersi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in Marmolada, salgono a sette le vittime

TrentoToday è in caricamento