Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità Frassilongo

Oltre 100mila euro per Agitu, chi porterà avanti il suo sogno?

La solidarietà che ha avvolto il gregge rimasto orfano e la memoria della pastora etiope ora deve concretizzarsi in azioni. Grazia, la pastora di Chies, mantiene accesa la speranza di poter adottare le caprette

Chiusa la raccolta fondi per Agitu Ideo Gudeta, la pastora etiope assassinata alla fine di dicembre del 2020 da un suo collaboratore, Adams Suleimani. Il processo si terrà a fine novembre.

La generosità e la vicinanza di quanti hanno donato conta ben 106.753,89 euro, soldi che sono stati versati sul conto corrente dedicato alla Cassa di Trento. La comunicazione del comitato:

A tutti i sottoscrittori per Agitu

In primo luogo vogliamo ringraziarvi per aver voluto con così grande partecipazione ed affetto ricordare la figura di Agitu.
Finalmente possiamo comunicarvi che i fondi raccolti sono stati versati sul conto corrente appositamente acceso presso la Cassa di Trento dal Comitato gestione fondi per Agitu.
La piattaforma richiede infatti molte garanzie circa la destinazione e l’uso dei fondi, che abbiamo fornito passo passo con pazienza e tenacia.

I fondi raccolti ammontano a 106.753,89 al netto delle commissioni per la piattaforma di crowdfunding.
Il Comitato è composto da Padre Mussie Zerai Yosief in rappresentanza della famiglia, Elisabetta Nardelli, amica di Agitu e Paolo Piccoli, notaio, indicato dal Sindaco Franco Ianeselli.
Circa 4.000 euro sono stati anticipati da noi molti mesi fa, per consentire la visita dei familiari a Trento e il rimpatrio della salma e andranno rimborsati.
Quanto al netto rimanente, il Comitato è in contatto costante con l’avv. Annarosa Molinari, nominata dal Tribunale curatrice dell’eredità giacente, che ha provveduto all’inventario e al collocamento provvisorio delle capre per verificare la possibilità di una continuazione della iniziativa di Agitu.

Il lavoro della curatrice è molto complesso anche perché l’eredità è negativa, in quanto Agitu aveva contratto dei mutui per ristrutturare un immobile dove intendeva avviare una nuova attività e non vi sono risorse finanziarie rilevanti a disposizione.

Il Comitato sta verificando, in stretto collegamento con la curatrice, tutte le ipotesi per verificare se esiste un soggetto che possa continuare il sogno di Agitu. Appena avremo nuove notizie da comunicare vi terremo informati.

Si raccolgono idee, suggerimenti legati al progetto di Agitu

Grazie ancora di tutto.
Il Comitato per la gestione raccolta fondi per Agitu.

Il sogno di Agitu: La Capra Felice

Nei primi momenti sono state tante le persone che si sono proposte per portare avanti il sogno di Agitu. A gennaio erano state parecchie le richieste di adozione che, insieme alla raccolta fondi, avevano avvolto il gregge rimasto "orfana". Una di queste è quella di Grazia Sorgi, una donna che conosce quel mondo, ha salvato altri animali nella sua vita e lo fa, prima di tutto, per passione. Grazia ha voluto condividere con la redazione di TrentoToday la sua storia e il suo desiderio. "Sono ancora disposta ad adottare le capre gratuitamente" ha confermato Grazia a settembre del 2021. Grazia, oltre a conoscere la capra mochena, ha anche le qualifiche professionali necessarie.

Agitu e Grazia-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 100mila euro per Agitu, chi porterà avanti il suo sogno?

TrentoToday è in caricamento