rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Sport

Caso Scwazer. si dimette Andreatta, consigliere altoatesino della Fidal

Dimissioni polemiche del consigliere altoatesino della Fidal contro il "silenzio" del Presidente nei confronti della stampa e dell'atleta

Il caso Schwazer continua a far discutere anche dopo Rio: è di alcuni giorni fa la notizia delle dimizzioni di Stefano Andreatta consigliere della Fidal, la federazione nazionale dell'atletica leggera, per l'Alto Adige. Dopo trent'anni di carriera dirigenziale Andreatta sbatte la porta denunciando la totale mancanza di un un progetto nella gestione del caso Schwazer, mancanza coperta dalla federazione con il silenzio. Silenzio nei confronti della stampa nazionale ed internazionale, silenzio nei confronti dell'atleta, e soprattutto dell'uomo, Alex Schwazer, spiega Andreatta nella sua lettera di dimissioni pubblicata dal sito Sportnews.

"Non posso non stigmatizzare l’atteggiamento tenuto dal Presidente e da tutto il Consiglio al momento del rientro di Alex Schwazer alle competizioni - si legge nel testo - a valle di alcune dichiarazioni ed alcuni atteggiamenti ostili di atleti della nazionale.  Ancora più grave il tentativo goffo di chiamarsi fuori e l’indiscutibile abilità “pilatesca” di non dire nulla perché “le sentenze non vanno mai discusse” nel caso della seconda positività". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Scwazer. si dimette Andreatta, consigliere altoatesino della Fidal

TrentoToday è in caricamento