Scuola e coronavirus: come fare per ripartire? Consiglio provinciale in seduta straordnaria

Le minoranze hanno chiesto, ed ottenuto, una seduta straordinaria del Consiglio per affrontare il problema

Una seduta straordinaria del Consiglio provinciale per parlare della scuola trentina nella fase 2. E' quanto chiesto ed ottenuto, dalle minoranze (Patt, PD, Futura e M5S) che chiedono alla Giunta d chiarire quali siano le stretegie che intende adottare dopo l'annuncio dell'assessore all'Istruzione Mirko Bisesti ("Non escludiamo di riaprire prima di settembre") e le ipotesi, vanzate da Fugatti e Segnana, di istituire bonus baby sitter per sopperire alla chiusura prolungata degli asili.

"In questo momento è necessario unire le forze ed impegnarsi tutti per il medesimo obiettivo come chiesto dai Trentini, e l’inizio di questo percorso di collaborazione è una comunicazione più stretta fra la Giunta ed il Consiglio provinciale. L’oggetto della richiesta è riferito alla necessità di affrontare in tempo utile la problematica che l’emergenza sanitaria determina", scrive la consigliera Paola Demagri, prima firmataaria della richiesta. Richiesta accolta: se ne parlerà in una seduta straordinaria ai primi di maggio, per la prima volta in videoconferenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Ragazzina in bici investita dall'autobus in via Venezia

Torna su
TrentoToday è in caricamento