rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Mobilità sostenibile

Low Emission Zone: l’ultimo atto del Governo Draghi riguarda il Trentino

Protocollo d’intesa con i Ministri Giovannini e Colao per la regolamentazione del traffico nei passi dolomitici

Uno degli ultimi atti del Governo Draghi è di assoluta importanza per il Trentino; a firmarlo sono stati il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, e dell’Innovazione tecnologica e transizione digitale, Vittorio Colao.

Nello specifico, si tratta del Protocollo d’Intesa con le Province autonome di Trento e Bolzano, la Provincia di Belluno e la Regione Veneto per l’attuazione del piano “Mobilità sostenibile dei passi dolomitici”, che prevede la costituzione della “Dolomiti Low Emission Zone” nell’area geografica intorno ai passi di Gardena, Campolongo, Pordoi, Sella e nelle valli circostanti della Val Gardena, Val Badia, Val di Livinallongo e Val di Fassa.

Con questo protocollo si vengono quindi a creare le condizioni necessarie per la regolamentazione del traffico, anche attraverso sistemi digitali nella zona delle Dolomiti.

Così Giovannini: “Low Emission Zone è uno strumento nuovo e innovativo per attivare una strategia di mobilità sostenibile, oltre che per perseguire una regolamentazione dei flussi di traffico in maniera digitale. Si tratta di un contributo importante per raggiungere gli obiettivi europei di riduzione del 55% delle emissioni entro il 2030”.

“Attraverso l’attuazione del Piano viene lanciato un approccio innovativo e per affrontare le grandi sfide del traffico e la gestione dei flussi di mobilità, non solo in montagna ma ovunque in Italia, grazie alla replicabilità delle piattaforme digitali” il commento, invece, del Ministro Colao.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Low Emission Zone: l’ultimo atto del Governo Draghi riguarda il Trentino

TrentoToday è in caricamento