Droga, Fugatti in visita al Servizio dipendenze: "Prevenzione ma anche repressione"

Il presidente "Abbiamo chiesto ed ottenuto la collaborazione delle Forze dell'Ordine per impegnarci maggiormente nella lotta alo spaccio"

Prevenzione ma anche repressione. Sono due le parole chiave utilizzate dal Presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti in visita al Serd, il servizio dipendenze dell'Azienda sanitaria di Trento. Due facce della stessa medaglia: "massimo sostegno da parte dell'assessorato alla Salute e dell'Azienda sanitaria" è stato ribadito dal presidente nei confronti del Servizio,dall'altra parte però c'è la lotta allo spaccio, che si combatte quotidianamente con le forze dell'ordine.

"Sul fronte della repressione abbiamo chiesto e ottenuto il sostegno delle Forze dell’Ordine per incrementare i controlli ed il contrasto alla criminalità" ha detto Fugatti. Una linea che, proprio in questi giorni, sembra preminente anche nelle politiche del Ministro dell'Interno, compagno di partito del governatore trentino. 

“In questi primi mesi di amministrazione abbiamo spesso incontrato genitori disperati perché i propri figli, in età fra i 14 ed i 18 anni, si trovano in situazioni drammatiche. Quindi grazie davvero per quello che fate. Siamo qui per conoscere i dettagli e le problematiche del vostro lavoro e le realtà presenti sul territorio – ha detto l’assessore alla Salute Stefania Segnana – per poter capire dove e come intervenire per migliorare il servizio che offrite alla comunità e anche per ascoltare i vostri suggerimenti che possiamo poi utilizzare per impegnarci sul fronte della prevenzione, che intendiamo portare avanti, in collaborazione con l’assessorato all’istruzione, nelle scuole”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campiglio, drammatico incidente sugli sci: gravissima una ragazza di 25 anni

  • Si schianta con gli sci a Madonna di Campiglio: non ce l'ha fatta Cristina Cesari

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

  • Malessere collettivo a Folgarida: il virus potrebbe essere stato portato dagli studenti

  • Malore collettivo per altri due gruppi di studenti nell'hotel di Folgarida

  • Escono di strada ed abbattono le viti prima di schiantarsi: paura per due ragazzi

Torna su
TrentoToday è in caricamento