"Spesa e shopping alla domenica peggiorano la vita di tutti, lavoratori e consumatori"

Lucia Coppola, consigliera della sinistra, plaude alla decisione della giunta leghista: chiudere negozi e supermercati di domenica

Fare la spesa la domenica "rende peggiore la vita di tutti". Lavoratori e consumatori. Queste le parole usate dalla consigliera provinciale dei Verdi del Trentino Lucia Coppola, prima voce politica a rompere il silenzio su una proposta che potrebbe essere, nel bene e nel male, rivoluzionaria per il Trentino: chiudere i negozi alla domenica e nei giorni festivi.

L'ipotesi è stata avanzata dalla Giunta, che ha già approvato un disegno di legge apposito. Una proposta che sembra accogliere, dopo anni, le richieste dei sindacati. Compresa la Cgil, fino a ieri guidata da Franco Ianeselli, che si candida come sindaco di Trento contro il centrodestra di Fugatti e Failoni. Le categorie economiche, convocate in tempi brvissimi, sono contrarie. Dal punto di vista politico la proposta sembra dividere trasversalmente: arriva infatti da una Giunta leghista, ma ha ricevuto il plauso di una rappresentante storica della sinistra come Coppola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Negozi chiusi alla domenica: ecco la proposta

"L’apertura domenicale - scrive la consigliera - non garantisce né più occupazione né più consumi, che restano esattamente gli stessi ma spalmati su sette giorni anziché su sei. Chi pone i lavoratori del commercio sullo stesso piano di chi necessariamente deve turnare su tutti i giorni della settimana, offrendo servizi di pubblica utilità che non si possono fermare, sbaglia perché la possibilità di fare la spesa, con orari quotidiani anche lunghi e per sei giorni,  avvantaggia tutti, anche i consumatori. Dover forzatamente lavorare anche le domeniche e, come consumatore, utilizzare il tempo dedicato al riposo e allo svago per fare la spesa, rende peggiore la vita di tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in A22, la vittima è Mirko Bertinazzo

  • Casting a Trento per un nuovo film: si cercano comparse esili o dal 'volto antico'

  • Ha un infarto all'inizio del cammino: morto escursionista

  • Casa gratis in cambio di volontariato: ecco il bando

  • Tensione tra dipendenti e la coordinatrice nella casa di riposo: 'la rossa della val di Rabbi' già travolta da uno scandalo in Trentino

  • Frontale in galleria: muore un ragazzino di 11 anni

Torna su
TrentoToday è in caricamento