Domenica, 24 Ottobre 2021
Economia

Danni da maltempo, pronti i contributi: tutti i dettagli

Definiti requisiti, modulistica e modalità di presentazione. C'è tempo fino al 31 dicembre 2021 per fare richiesta

Dal 1°ottobre e fino al 31 dicembre 2021 i cittadini potranno presentare le domande per accedere ai sostegni per i danni alle proprie abitazioni o ad altre pertinenze durante gli intensi fenomeni di maltempo del 7, 8 e 13 luglio 2021 in Trentino. 

Sono stati definiti con una determinazione del dirigente del Servizio Prevenzione Rischi e Centrale Unica di Emergenza, dopo il via libera ai contributi dato dalla Giunta provinciale il 10 settembre, le modalità per accedere ai sostegni da parte dei cittadini che hanno subito danni alle proprie abitazioni o ad altre pertinenze durante gli intensi fenomeni di maltempo del 7, 8 e 13 luglio 2021 in Trentino.

Lo stato di calamità connessa ai gravi danni provocati interessa numerosi comuni trentini: i contributi e gli indennizzi sono finalizzati a sostenere i cittadini per gli oneri di spesa sopportati per la demolizione, riparazione e ricostruzione di immobili adibiti ad abitazione, di pertinenze, arredi ed attrezzature principali delle abitazioni e per lo sgombero di materiali e altre operazioni funzionali alla riparazione e alla ricostruzione. Le domande possono essere presentate dal 1 ottobre al 31 dicembre 2021

Chi può presentare la domanda

Possono presentare domanda:

- i proprietari di immobili adibiti ad abitazione danneggiati dagli eventi calamitosi del 7, 8 e 13 luglio 2021 rientranti nei comuni colpiti: Arco, Dro, Nago-Torbole, Riva del Garda, Frassilongo, Levico Terme, Bieno, Borgo Valsugana, Carzano, Castel Ivano, Castelnuovo, Castello Tesino, Cinte Tesino, Grigno, Novaledo, Ospedaletto, Pieve Tesino, Roncegno Terme, Ronchi Valsugana, Samone, Scurelle, Telve, Telve di Sopra, Torcegno, Folgaria, Lavarone, Luserna e Trento.

- chi, al momento della calamità, occupava a titolo di abitazione principale l'unità immobiliare danneggiata, distrutta o divenuta inagibile, a condizione che ne abbia acquisito la proprietà o l'usufrutto al momento della concessione del contributo;

- gli amministratore di condominio per le parti comuni; l'amministratore di condominio può anche essere delegato dai condomini alla presentazione della domanda di contributo per i danni alle rispettive proprietà utilizzando il modulo appositamente predisposto.

Modalità di presentazione

La domanda può essere presentata in diverse modalità: 

- posta elettronica certificata all'indirizzo serv.prevenzionerischi@pec.provincia.tn.it;

- raccomandata A/R, con allegata copia di un documento di identità del sottoscrittore, indirizzata al Servizio Prevenzione rischi e centrale unica di emergenza – sede Ufficio Centrale Unica Emergenze – via Pedrotti, 18 – 38121 Trento;

- consegna diretta alla suddetta struttura provinciale competente, oppure tramite gli sportelli periferici di assistenza e informazione della Provincia.

Misura del contributo

Per danni all'immobile: 90% della spesa per l'abitazione principale; 40% o 70% della spesa per le seconde case (il 40% se l'indicatore ICEF è superiore a 0,45, altrimenti il 70%); l’importo massimo del contributo complessivo concedibile non può in ogni caso superare i 100.000 euro e non sono ammissibili a contributo le spese inferiori a 500 euro, comprensive di IVA;

Per arredi ed elettrodomestici: 80% della spesa ammessa; l’importo massimo del contributo complessivo concedibile non può in ogni caso superare i 20.000 euro e non sono ammissibili a contributo le spese inferiori a 250 euro, comprensive di IVA. La modulistica è pubblicata sul sito istituzionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni da maltempo, pronti i contributi: tutti i dettagli

TrentoToday è in caricamento