menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Albergatori, Battaiola nuovo presidente: "Regole uguali per tutti"

Il Consiglio dell'Unat ha eletto Gianni Battaiola nuovo presidente, dopo la prematura scomparsa di Luca Libardi. Tra le sfide del turismo trentino quella di intercettare i flussi esteri e di semplificare gli adempimenti

Il Consiglio Direttivo provinciale dell’Asat ha ieri nominato Gianni Battaiola presidente, dopo la prematura scomparsa di Luca Libardi. "Presidente e amico col quale in questi anni ho lavorato intensamente, che ci mancherà per la forza delle sue idee - così Battaiola ha ricordato il compianto predecessore -  Ho accettato anche per dare continuità all’azione sindacale e operativa impostata dagli organi direttivi dell’Associazione da qui a fine mandato, per portare a termine progettualità importanti e consolidare i molti risultati raggiunti."

I numeri da record del turismo trentino, così come di quello nazionale, non cancellano le nuove sfide che il settore dovrà affrontare  in futuro: "dobbiamo intercettare come Trentino quei flussi che sono in continua crescita sul mercato mondiale e attraverso questi migliorare le performance del turismo Trentino e della redditività delle nostre aziende. Lo possiamo fare attraverso una politica turistica forte, risorse adeguate e migliorando lo standard di offerta dei servizi e delle strutture, di adeguamenti tecnologici e organizzativi" ha detto il neopresidente nel suo discorso di insediamento."

Un impegno concreto, infine, al fine di creare una concorrenza delimitata da regole communi, in riferimento alle nuove fome di ospitalità turistica non sempre regolamentate: "Tutti i soggetti che operano sul mercato turistico devono poter operare esercitando la propria capacità competitiva attraverso regole comportamentali certe e uguali per tutti. Non ci possono essere zone franche. Allo stesso tempo è importante l’azione sindacale locale e nazionale per la riduzione del peso fiscale e per la semplificazione degli adempimenti a carico delle aziende, ma se è giusto insistere su questi serissimi problemi, dobbiamo essere consci che è difficile siano risolti nel breve periodo."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento