Riforma porfido, le nuove concessioni su lotti grandi il triplo

La legge Olivi prevede che i Comuni interessati individuino aree di dimensioni fino a tre volte maggiori rispetto alla situazione attuale con l'obiettivo di promuovere l'aggregazione di imprese

Le nuove concessioni estrattive del comparto porfido verranno assegnate con lotti di dimensioni triplcate rispetto alla media attuale. E' uno dei punti chiave della riforma del settore voluta dall'assessore Alesandro Olivi e prevista dalla legge 1/2017. La dimensione ottimale per garantire solidità all'impresa è stata calcolata da Trentino Sviluppo ed è servita come parametro per il piano attuativo della legge.

La legge prevede che i comuni, sulla base di questi parametri, individuino entro sei mesi i nuovi lotti per le loro aree estrattive. La delimitazione dei nuovi lotti non inciderà sull'esercizio delle concessioni vigenti che andranno a naturale scadenza, e saranno poi riassegnate in base ai  nuovi criiteri. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' il passo fondamentale – spiega in una nota l'assessore Olivi – per dare concreta attuazione al 'Piano cave'. I nuovi parametri dimensionali che abbiamo individuato, accrescendo la massa critica delle concessioni, dovranno dare un contributo sostanziale alla capacità delle imprese di generare reddito e occupazione, superando la perniciosa frammentazione del passato e premiando chi investe su innovazione, tecnologia, competitività”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • Tentano di entrare in Italia illegalmente. l'Austria non li riprende, portati in Questura a Bolzano

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

Torna su
TrentoToday è in caricamento