Nuovo marchio "latte di montagna", costerà come quello normale

Contro il prezzo in picchiata e l'imminente abolizione delle quote latte la Cooperativa Latte Trento punta in alto: sono 34 le stalle ad oltre 600 metri di quota selezionate per la produzione del "latte di montagna alta qualità", un nuovo marchio che è stato lanciato sul mercato ieri, alla presenza dell'assessore provinciale all'agricoltura Michele Dallapiccola. Il nuovo latte sostituirà quello fresco distribuito dalla coperativa già marchiato "alta qualità", il prezzo rimarrà invariato, assicura il direttore Sergio Paoli: "con la produzione di qualità legata al territorio montano vogliamo siglare un nuovo patto con i consumatori, non costerà di più di quello normale e ne faremo dalle 7 alle 8mila bottiglie al giorno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in A22, la vittima è Mirko Bertinazzo

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Casting a Trento per un nuovo film: si cercano comparse esili o dal 'volto antico'

  • Frode fiscale da due milioni nelle importazioni di auto usate: sequestri anche a Trento

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • In arrivo temporali, grandinate e raffiche di vento: allerta della protezione civile

Torna su
TrentoToday è in caricamento