Nuovo marchio "latte di montagna", costerà come quello normale

Contro il prezzo in picchiata e l'imminente abolizione delle quote latte la Cooperativa Latte Trento punta in alto: sono 34 le stalle ad oltre 600 metri di quota selezionate per la produzione del "latte di montagna alta qualità", un nuovo marchio che è stato lanciato sul mercato ieri, alla presenza dell'assessore provinciale all'agricoltura Michele Dallapiccola. Il nuovo latte sostituirà quello fresco distribuito dalla coperativa già marchiato "alta qualità", il prezzo rimarrà invariato, assicura il direttore Sergio Paoli: "con la produzione di qualità legata al territorio montano vogliamo siglare un nuovo patto con i consumatori, non costerà di più di quello normale e ne faremo dalle 7 alle 8mila bottiglie al giorno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Le sardine riempiono piazza Duomo a Trento

  • "Dammi i soldi o ti ammazzo": preso il rapinatore e la moglie complice

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Diciottenne blocca il bus e prende il vetro a testate, poi aggredisce autista ed agenti

  • Lupi sulla Marzola, i forestali confermano

Torna su
TrentoToday è in caricamento