Più contributi per la neve artificiale: nuovi bacini finanziati fino a 1,6 milioni di euro

Neve artificiale, avanti tutta. La Giunta amplia le possibilità di finanziamento per nuovi bacini dedicati all'innevamento

Le piste della Polsa, acquistate da Treentino Sviluppo

Ampliati i contributi per l'innevamento artificiale. La nuova normativa adottata oggi dalla Giunta provinciale prevede che per i bacini idrici delle stazioni d’interesse locale il contributo massimo venga fissato nella misura del 90% della spesa ammessa. Per i bacini idrici multifunzionali delle altre stazioni il contributo è stato fissato nell’80%, per una spesa massima ammissibile pari a 2 milioni di euro.

I nuovi impianti però dovranno anche avere altre funzioni: nello stesso provvedimento, infatti, la Giunta ha precisato che per bacino multifunzionale si intende un bacino di raccolta delle acque per la produzione di neve programmata, per il quale sia previsto anche un diverso utilizzo dell'acqua, quale l'uso per fini di protezione civile, per irrigazione dei terreni circostanti a fini agricoli e per fini di fornitura di acqua per edifici e attività produttive. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Via Suffragio, tutti a cercare la fede nuziale perduta: una fiaba a lieto fine

  • Droga a Trento, maxioperazione all'alba: i carabinieri arrestano 23 persone

Torna su
TrentoToday è in caricamento