Vino: Alto Adige batte Trentino 27 a 10, ma non c'è solo spumante...

Alto Adige batte Trentino 27 a 10, non si parla di una improbabile disfida calcistica, ma di una sfida, se possibile, ancora più sentita: quella del vino. La prestigiosa guida enogastronomica Gambero Rosso che uscirà nel 2016 ha già assegnato i famosi "tre bicchieri" a 27 vini altoatesini (uno in meno rispetto all'anno scorso) mentre sono 10 i vini trentini che hanno ricevuto lo stesso rconoscimento (lo stesso numero dell'anno scorso).

Non è una novità: da anni il vino altoatesino risulta maggiormente premiato dalle più prestigiose guide del settore. A voler approfondire un po' di più la questione si scopre però che i 27 vini premiati da Salorno in su rispecchiano fedelmente il mondo vitivinicolo altoatesino, mentre in trentino a fare la parte del leone è come sempre lo spumante, per nulla rapresentativo in termini di ettari coltivati e di ettolitri prodotti. A fare i conti è il l'autorevole blog Imperial Wines, sempre attento al mondo del vino trentino.

"Salta all’occhio una cosa, in modo abbastanza intuitivo: in Sudtirolo, il Gambero premia un’ampia gamma di vini che rispecchiano in modo abbastanza fedele la produzione vitivinicola di quel territorio - si legge nell'articolo pubblicato oggi sul blog -. In Trentino, la parte del padrone la fa invece una sola tipologia di vino, lo spumante metodo classico, di cui vengono prodotte circa 7-8 milioni di bottiglie, a fronte di una produzione totale di quasi un milione di ettolitri: praticamente, verrebbe da dire che oltre il 90% della produzione trentina non gareggia nella battaglia della qualità". Clicca qui...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Lago di Garda, ecco il progetto della prima pista ciclabile subacquea del mondo

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

Torna su
TrentoToday è in caricamento