Contributi a fondo perduto: oltre 15mila domande pervenute, contributi per 52,3 milioni di euro

L’assessore Spinelli: “Siamo molto soddisfatti, pronti ad implementare le politiche a sostegno delle imprese”

L'assessore provinciale Achille Spinelli

Sono stati comunicati dall'ufficio stampa della Provincia di Trento i dati finali della misura, prevista dal programma #RipartiTrentino, con la quale la Giunta provinciale ha destinato contributi a fondo perduto per sostenere gli operatori economici, con non più di 11 addetti occupati, che esercitano attività di impresa nel settore commerciale, agricolo e di lavoro autonomo.

«Siamo molto soddisfatti, perché i numeri finali ci dicono che il provvedimento è stato apprezzato dalle imprese trentine che in un momento così difficile avevano bisogno di un intervento ad ampio raggio, erogabile in tempi brevi e con procedure semplificate» commenta l’assessore provinciale allo sviluppo economico, Achille Spinelli.

Il termini di presentazione delle domande sono scaduti il 30 settembre ed è quindi possibile per la Provincia avere un quadro definitivo sugli esiti del provvedimento. Complessivamente, le domande inviate sono state 15mila e 493 per un ammontare pari a circa 52,3 milioni di euro. Le richieste sono arrivate da tutto il territorio provinciale, con una leggera preminenza delle città: il 21% da Trento e il 7,4% da Rovereto. 

«Numeri importanti che ci fanno capire come la strada imboccata sia stata quella giusta, a sostegno in particolar modo delle piccole aziende e del lavoro autonomo, che hanno subito i danni economici maggiori. Naturalmente dobbiamo proseguire su questa strada – aggiunge l’assessore – monitorando con grande attenzione, al fine di verificarne l’efficacia e se necessario implementandole, tutte le politiche messe in campo in favore dell’economia trentina colpita dal Covid-19».

Considerando l'intero periodo, mediamente, i tempi di pagamento del contributo sono stati di 11 giorni, ma ci sono state domande pagate anche il giorno dopo la presentazione. In generale, dopo aver recuperato le prime giornate, dove il flusso di richieste pervenute è stato più intenso, a partire dalle domande presentate dal 3 luglio i tempi medi di pagamento si sono attestati fra i 4 e 5 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Un plauso va anche – conclude l’assessore Spinelli – a tutta la macchina provinciale coinvolta nell'analisi, nello sviluppo e nella gestione delle procedure informatiche necessarie a gestire #RipartiTrentino, che ci hanno permesso, come avevamo annunciato fin dall'inizio, di semplificare al massimo gli oneri per i richiedenti e al contempo di ridurre al minimo i tempi di istruttoria e di liquidazione del contributo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti e bar, no al divieto di circolazione

  • Bollettino coronavirus in Trentino: altri 3 morti, la Provincia annuncia nuovi provvedimenti

  • Bollettino coronavirus: un altro decesso in Trentino, +104 casi positivi e 122 classi in quarantena

  • Fugatti: "Ristoranti aperti fino alle 22 ed i bar fino alle 20"

  • Tenna, incidente mortale in tarda serata: la vittima è Luca Maurina

  • Coronavirus e Dpcm: una via trentina per scuola e ristorazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento