menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il decreto legge in arrivo con le nuove regole sulla zona gialla, la scuola e gli spostamenti tra le regioni

Dopo il 6 aprile si continuerà con il sistema a colori, ma la maggioranza è divisa sul da farsi: una delle ipotesi sul tavolo è di ripristinare le 4 fasce con l'obbligo dei week end in arancione. Le lezioni in presenza restano un rebus, sul tavolo anche la possibile proroga al blocco della circolazione

La divisione delle regioni a colori pare proprio che verrà confermata come misura di contrasto al contagio da Covid-19, nel nuovo provvedimento che arriverà dopo il 6 aprile. C'è divisione tra la maggioranza su come agire, ma questa non è una novità, è sempre stato così. Una delle ipotesi sul tavolo di lavoro per il nuovo provvedimento è quella di ripristinare le 4 fasce con l'obbligo dei week end in arancione. Le lezioni in presenza potrebbero riaprire in zona rossa, dopo Pasquetta. Il Trentino ha già annunciato che da lunedì 29 marzo, zona rossa o arancione, 45mila studenti torneranno sui banchi. Ci sarà, invece, una possibile proroga al blocco della circolazione.

La zona gialla tornerà o no dopo il 6 aprile? Come riporta Today, fino a giovedì 25 marzo, l’intenzione sembrava quella di uniformare le restrizioni in vigore, pare per molto più tempo, probabilmente fino al mese di maggio. Questo almeno, stando alle voci trapelate, era quanto chiedeva l’ala più rigorista della maggioranza preoccupata dall’elevato numero di contagi e, soprattutto, dalla situazione negli ospedali che in alcune regioni si sta facendo critica. Finora sulle riaperture il premier Draghi non ha proferito parola, mentre il ministro della Salute Roberto Speranza si è limitato a dire che anche dopo Pasqua si continuerà con il sistema a colori. Il problema è capire quanti saranno i colori. Il decreto n. 30  del 13 marzo stabilisce infatti che dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e nella giornata del 6 aprile 2021, in tutte le zone gialle si applichino le disposizioni previste per le zone arancioni. E poi? La maggioranza è spaccata.

La conferenza stampa di Mario Draghi è attesa nel primo pomeriggio di venerdì 26 marzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Attualità

Covid, il governo al lavoro per le riaperture: il piano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento