menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tione: l'ospedale non è a rischio chiusura ma il punto nascite va ripensato

Dopo la petizione lanciata sul sito della Comunità di valle, che ha legato due questioni in realtà distinte, l'assessore Borgonovo Re precisa: "l'ospedale non è a rischio chiusura, abbiamo invece aperto un ragionamento su come garantire servizi all'altezza degli standard di qualità, come l'accompagnamento delle mamme prima, durante e dopo il parto"

“Non è prevista alcuna ipotesi di chiusura dell’ospedale di Tione, su questo punto voglio tranquillizzare tutti: abbiamo invece avviato un ragionamento per rimodulare il servizio legato al punto nascite" così l'assessore alla sanità provinciale Donata Borgonovo Re chiarisce la questione legata al presidio ospedaliero periferico che ha visto comuni e Comunità di Valle opporsi alla Provincia con una petizione, condotta tramite i siti istituzionali, che ha unito due destini in realtà separati: quello del punto nascite, per il quale la stessa assessora conferma la volontà di una rimodulazione, e quello più generale dell'ospedale, che non è a rischio chiusura.

"Ogni ospedale ha un suo prezioso ruolo all'interno della rete provinciale - spiega Borgonovo Re - stiamo pensando a come garantire alla popolazione servizi sanitari all'altezza degli standard più moderni di qualità e sicurezza, prevedendo una diversa modalità nell'erogare servizi importanti, come quelli legati all'accompagnamento delle donne sia durante la gravidanza, sia al momento del parto che nei mesi successivi". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento