Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Bollettino coronavirus: 3 decessi e +89 casi positivi

I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Immagine di repertorio

Il bollettino sull'andamento del contagio da coronavirus in Trentino del 27 aprile si apre con una nota di riflessione della task force provinciale: «Altri 3 decessi in Trentino (fra i quali un soggetto under 60) ci ricordano drammaticamente quanto sia pericoloso il Covid-19 e quanto sia più che mai necessario adottare le misure di sicurezza».

Nel dettaglio, su 790 tamponi molecolari analizzati (tutti all’Ospedale Santa Chiara) sono stati individuati 28 nuovi casi positivi. Questi test hanno permesso inoltre di confermare 12 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Quanto a questi ultimi, all’Azienda sanitaria ne sono stati notificati 1.692 che sono risultati positivi per 61 persone. 

Dei nuovi casi, 22 riguardano giovanissimi (3 hanno tra 0-2 anni, 4 tra 3-5 anni, 4 tra 6-10 anni, 4 tra 11-13 anni e 7 tra 14-19 anni). Le classi in quarantena lunedì erano 95. Ci sono poi 8 positivi in fascia 60-69 anni, 3 tra 70-79 anni e 5 di 80 e più anni.

I pazienti ricoverati in ospedale oggi sono 106, di cui 24 in rianimazione. Lunedì il numero delle dimissioni è tornato a superare quello dei nuovi ingressi (11 contro 5). In ospedale inoltre sono avvenuti tutti e tre i decessi riportati oggi: si tratta di 2 uomini e di 1 donna di età compresa fra i 57 ed i 92 anni.

Il numero dei guariti è pari a 191 ed il totale da inizio pandemia diventa quindi 41.319. Infine le vaccinazioni: delle 162.721 somministrazioni raggiunte stamattina ci sono anche 41.837 richiami, 55.087 dosi riservate a ultra ottantenni, i 38.637 degli ultra settantenni e le 22.780 finora effettuate nella fascia 60-69 anni.

L'ordinanza di Fugatti sul rientro a casa

Il coprifuoco in Trentino non è stato rimosso dal presidente, ma ora le persone che vorranno cenare al ristorante dal 26 aprile in poi, avranno la sicurezza di non rischiare una multa. Il presidente della provincia Maurizio Fugatti, dopo aver già anticipato di una settimana l'inizio dell'allentamento delle misure in Trentino, ha firmato l'ordinanza n. 71, con la quale garantisce alle persone che non verranno multate se si sposteranno dopo le 22, sempre che queste possano provare di aver usufruito dei servizi di ristorazione prima dello spostamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus: 3 decessi e +89 casi positivi

TrentoToday è in caricamento