Cronaca

Bollettino coronavirus, 14 decessi. Per la prima volta i dimessi superano i ricoverati

I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari e trasmessi dalla Provincia autonoma di Trento e dal Ministero della Salute

Coronavirus in Trentino: bilancio pesante anche martedì 15 dicembre. Ci sono stati altri 14 decessi nelle ultime 24 ore e i nuovi positivi al tampone molecolare sono 377 ai quali se ne aggiungono 196 da test rapido per un totale di 573. I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari e trasmessi dalla Provincia autonoma di Trento e dal Ministero della Salute. Le vittime sono 7 uomini e 7 donne, con età media 87 anni. La vittima più giovane aveva 80 anni, quella più anziana 97. Nove decessi sono avvenuti in ospedale e 5 nelle Rsa.

I nuovi positivi sono 98 ai quali se ne aggiungono, però, altri 279 trovati positivi con test rapido e confermati con il molecolare. I tamponi molecolari analizzati nelle ultime 24 ore sono stati 1.722, ed i test rapidi circa 1.500, ai quali risultano positive altre 196 persone. Sul totale dei nuovi contagi 176 sono asintomatici e 357 sono ritenuti paucisintomatici.

Significa che la stragrande maggioranza dei nuovi casi è seguita a domicilio. Soltanto 34 persone sono state ricoverate nelle ultime 24 ore, numero che per la prima volta è inferiore a quello dei dimessi: 36. "Un dato che fa sperare - commenta l'Azienda sanitaria - anche se saranno i prossimi giorni a dire se l’auspicata inversione di tendenza si sta realizzando". 

Il numero di pazienti covid ricoverati scende a 465, anche se rimane uguale a ieri il numero di chi si trova in rianimazione, ovvero 53. In una recente conferenza stampa il presidente della Provincia autonoma Maurizio Fugatti ha commentato spiegando che il dato critico delle ospedalizzazioni dipende in gran parte dall'aumento della percentuale di over70 tra i contagiati, passata dal 15% al 25% tra fine novembre e le prime due settimane di dicembre. Anche oggi ben 111 nuovi contagiati hanno più di 70 anni. 

Covid19 in Trentino - 15_2_2020-2

Tamponi salivari

Nuovi tamponi molecolari avanzano all'orizzonte in Trentino. Durante la conferenza in diretta Facebook tenuta dalla Provincia di Trento nel pomeriggio di sabato 12 dicembre, il professore del Dipartimento di Biologia Cellulare, Computazionale e Integrata - Cibio dell'università di Trento, Massimo Pizzato, ha annunciato e spiegato la novità. Un terzo tipo di test che si affianca ai molecolari se davvero la sua efficacia sarà comparabile ma, pare, più veloce. «Non si tratta di un test rapido, si tratta di un test molecolare - ha specificato Pizzato -. Quindi cerchiamo di sfruttare la precisione e l'affidabilità del test molecolare che sono ancora il "top" del tipo diagnostico e cerchiamo di associare questo alla saliva, con il vantaggio di avere una fase nel prelievo del campione molto facilitata, che non vede il coinvolgimento di un addetto sanitario».

Il vaccino ritardi e dosi in meno

L'attesa del vaccino sembra essere sempre più grande, sono state stimate circa quaranta milioni di dosi del vaccino contro il coronavirus Sars-Cov-2 in meno. Questo costerà all'Italia l'annuncio di Sanofi-GSK e di AstraZeneca, che hanno fatto sapere che ci sarà un ritardo nel loro programma per il vaccino Covid-19 a base di proteine ricombinanti per migliorare la risposta immunitaria negli anziani.

Natale e Dpcm

A dieci giorni dal Natale, il Governo di Giuseppe Conte sta preparando un nuovo Dpcm (Decreto del presidente del Consiglio dei ministri) e come riporta Today l'orientamento sembra proprio essere quello di introdurre un lockdown che porterà tutta l'Italia in zona rossa o arancione intorno al 20 dicembre. Pare, però, che il solo decreto ministeriale non sarà sufficiente per restringere la libertà di circolazione e per questo ci vorrà o un altro decreto legge oppure un emendamento che modifichi il Dl 2 dicembre n. 158, sempre che ci siano i tempi parlamentari per farlo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus, 14 decessi. Per la prima volta i dimessi superano i ricoverati

TrentoToday è in caricamento