Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

Casi anche in Trentino: la colpa è di un parassita contenuto nelle deiezioni degli uccelli

Dopo il caso di 12 bagnanti "contagiati" al Lido di Lonato, sulla sponda bresciana del lago di Garda, il problema arriva anche in Trentino. Secondo quanto segnala il quotidiano online LaBusa.info anche a Punta Sabbioni si sarebbero verificati dei casi di bagnanti che, dopo essersi immersi nelle acque del Garda per un bagno rinfrescante, sono usciti con puntini rossi sulla pelle ed un fastidioso prurito. 

Zecche: i consigli del Soccorso Alpino

La causa sono le deiezioni di uccelli acquatici quali germani, folaghe e cigni, che contengono un particolare parassita, responsabile dell'irritazione. Negli adulti tutto si può risolvere con una rapida doccia all'insorgere dei sintomi. Più attenzione invece per i bambini, nel qual caso è bene rivolgersi ad un farmacista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Barche e canoe non reclamate sul lago: il Comune di Levico mette tutto all'asta

  • Il Giro d'Italia 2020 arriva in Trentino: ecco le tappe

  • Coronavirus in Trentino: nuovo picco di contagi, 79 classi in quarantena e due pazienti in rianimazione

  • Il Comune ha deciso: niente Mercatini di Natale

  • Giro d'Italia a Trento: ecco quando e dove, attenzione alle strade chiuse

  • Fuga da Trento: questa volta la escape room è grande come tutto il centro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento