TrentoToday

Un Pellè fiducioso al via del 1000 miglia

Il ritorno del pilota di Trento nel Campionato Italiano Rally, nell'evento valevole anche per la Suzuki Rally Cup, mira dritto ad un ruolo di protagonista di alto livello.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

I recenti test casalinghi hanno confermato la bontà delle scelte tecniche effettuate dallo staff di una A. Bi. Car Racing che, sulla Suzuki Swift Sport Hybrid, ci ha messo del suo, passando la palla ora ad un Roberto Pellè chiamato a raccoglierne i frutti. Il prossimo weekend, più precisamente tra Venerdì 3 e Sabato 4 Settembre, il pilota di Trento calcherà di nuovo il palcoscenico tricolore più ambito, quello del Campionato Italiano Rally. Apre il sipario su una quarantaquattresima edizione del Rally 1000 Miglia che potrà vantare un elenco iscritti da capogiro, ben centosettantaquattro i concorrenti pronti a darsi battaglia. Tra questi anche il portacolori di Destra 4 Squadra Corse, affiancato come sempre da Giulia Luraschi alle note, impegnato sia nel Campionato Italiano R1 che nella Suzuki Rally Cup. Scorrendo la classifica della serie ACI Sport Pellè figura attualmente alla casella numero otto di un'assoluta che lo vede ancora tranquillamente in lizza per le posizioni di podio mentre, in ambito di prima divisione, il discorso per il successo finale rimane ancora del tutto aperto. Nel monomarca della casa giapponese, se la partita per il primato sembra ormai essersi chiusa, il trentino non può dormire sonni tranquilli, in una sfida serrata per le posizioni nobili. Un quarto che non preclude ancora la possibilità di puntare al gradino più basso del podio, sia per lui che per la compagna di abitacolo nella speciale classifica riservata ai navigatori. “Ormai la testa della Suzuki Rally Cup” – racconta Pellè – “non è più raggiungibile ma speriamo di mantenere la quarta posizione anche se sarà difficile. Sono tutti pronti a combattere, con il coltello tra i denti. Grazie al lavoro di Bisoffi e di tutto lo staff di A. Bi. Car Racing la nostra Swift Sport Hybrid sembra davvero essere al top ora. Da qui in avanti il compito di portarla in alto è soltanto nostro e metteremo il massimo del nostro impegno per poter chiudere in bellezza.” Saranno due le giornate di gara previste per il 1000 Miglia 2021, a partire dall'aperitivo della speciale spettacolo “Cave di Botticino” (2,00 km) che sarà percorsa Venerdì pomeriggio. Il Sabato seguente il teatro della sfida si sposterà su classiche del rallysmo bresciano, tre le prove speciali da ripetere per due passaggi in sequenza, a partire dalla “Provaglio Val Sabbia” (10,16 km), proseguendo poi con la “Moerna” (15,95 km) e con la “Pertiche” (19,53 km). Strade amiche, sempre a podio nel recente passato, per un Pellè reduce da due secondi di classe, nel 2019 e nel 2017, e da un terzo quale peggiore risultato, firmato nel 2018. “Abbiamo corso tre volte qui” – aggiunge Pellè – “e per tre volte siamo andati a podio. Ci manca solo la vittoria. Due prove speciali le conosciamo molto bene ed una di queste è al contrario quindi dovremo prepararla da capo. Abbiamo lavorato tanto per poterci presentare ad un buon livello di competitività qui ed i riscontri che abbiamo avuto, sia alla Trento - Bondone che al Sette Tornanti, ci fanno ben sperare. Mancano poche gare al termine di questa stagione e vogliamo cercare di affrontarle nel miglior modo possibile. Lo dobbiamo a chi crede in noi.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Pellè fiducioso al via del 1000 miglia

TrentoToday è in caricamento