rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Sport

SERIE C – Trento, punto d’orgoglio

Una rete per parte nel match esterno con il Novara

Un punto meritato, strappato con le unghie e con i denti dopo una vera e propria "battaglia" sportiva contro un’avversaria d’alta classifica. Al “Silvio Piola” il Trento impatta 1 a 1 con il Novara, al termine di un match equilibrato e interpretato con il giusto spirito dalla compagine di gialloblu. Succede tutto nel finale: al 79’ i padroni di casa passano in vantaggio con il colpo di testa di Marginean, ma al 93’ Pasquato firma il pareggio con un gran destro dal limite dell’area. Venerdì si torna già in campo per l’ultimo match ufficiale del 2022: al “Briamasco” sarà sfida alla Juventus Next Gen nella sfida valevole per la prima giornata del girone di ritorno.

Marco Ballarini-4


Mister Tedino cambia assetto e si affida questa volta al “4-4-2” con Marchegiani a protezione dei pali, mentre in difesa in posizione centrale agiscono Vitturini e Ferri con Galazzini (a destra) e Semprini (a sinistra) a presidiare le corsie esterne. In mezzo al campo la coppia di mediani è formata da Damian e Mihai con Ballarini e Fabbri in posizione laterale. In avanti spazio al tandem composto da Brighenti e Bocalon. Prima del fischio d’inizio viene osservato un minuto di raccoglimento per ricordare Sinisa Mihajlovic, scomparso nella giornata di venerdì. Il primo tempo è avaro di emozioni .

Il tiro vincente di Pasquato

Marchegiani blocca la conclusione di Masini (4’), mentre all’8’ si fa vedere il Trento con un colpo di testa di Vitturini su calcio piazzato di Damian, con la sfera che termina alta oltre la traversa. Marchegiani controlla il mancino di Galuppini (11’), mentre al 24’ Bocalon per poco non approfitta della palla persa in uscita da Pissardo, che recupera il possesso. Masini calcia sull’esterno della rete (30’), mentre cinque minuti più tardi Brighenti viene anticipato al momento di battere a rete dopo discesa a destra di Galazzini.

Andrea Brighenti

L’ultimo sussulto del primo tempo arriva al minuto 38: traversone di Rocca dalla sinistra con Bortolussi che riesce solamente a sfiorare la sfera e Galuppini non arriva alla deviazione sul secondo palo. Nella ripresa i ritmi si alzano: al 49’ Marchegiani va a contrasto con Bortolussi, perde inizialmente il possesso della sfera, ma poi è bravo a sradicarla dai piedi del numero 9 di casa e successivamente straordinario nell’anticipare Tavernelli con una grande uscita a terra. Bocalon, acciaccato, deve lasciare il campo e al suo posto entra Saporetti. Galuppini cerca i pali da fuori senza inquadrare la porta (58’) e al 65’ Bortolussi non riesce a dare forza alla deviazione con Marchegiani che blocca senza alcuna difficoltà.

L'esultanza dopo il gol

Masini calcia poi a rete da buona posizione (67’), ma il portiere gialloblu è nuovamente attento. Al minuto 72 il Trento ha una grande occasione per passare a condurre: corner da destra di Mihai e Ballarini, da centroarea, è tutto solo ma calcia alto. Sul cambio di fronte la palla persa in uscita da Mihai viene recuperata da Bortolussi che centra per il neoentrato Gonzalez, che da pochi passi “sbuccia” il tiro con la difesa trentina che allontana. Il tiro di Mihai viene bloccato da Pissardo (75’), poi il tecnico di casa getta nella mischia Peli e Marginean.

Filippo Damian

Il primo chiama Marchegiani all’intervento con un cross teso da sinistra, il secondo sblocca il risultato al 79’ con uno splendido colpo di testa su traversone dalla sinistra. Il Trento si getta in avanti e all’84’ ha un’altra grande occasione per segnare: Saporetti ruba palla e s’invola verso la porta, entra in area e calcia, ma viene stoppato da un grande intervento in scivolata di Khailoti. I gialloblu ci provano e, al 93’, arriva il meritato gol del pareggio: traversone dalla destra di Ballarini, la sfera viene allontanata dalla difesa, ma arriva al limite dell’area a Pasquato, che lascia partire un gran destro tesissimo che s’insacca a fil di palo. Non è finita, perché al 95' Brighenti calcia di potenza dal limite dell'area, ma il suo tiro viene deviato con la schiena da un difensore: il tocco spiazza Pissardo, ma il pallone termina a lato. Finisce 1 a 1: venerdì il Trento tornerà in campo al “Briamasco” (calcio d’inizio alle ore 12.30) per affrontare la Juventus Next Gen nella prima giornata del girone di ritorno.

Alessandro Fabbri-4

Il tabellino

NOVARA - TRENTO 1-1 (0-0)

NOVARA (4-3-3): Pissardo; Calcagni, Carillo, Khailoti, Urso (23’st Gonçalves); Masini, Ranieri (23’st Gonzalez), Rocca (33’st Peli); Galuppini (38’st Ciancio), Bortolussi, Tavernelli (33’st Marginean).

A disposizione: Menegaldo, Koco, Bertoncini, Di Munno, Bonaccorsi, Diop, Benalouane, Amoabeng.

Allenatore: Franco Semioli.

TRENTO (4-4-2): Marchegiani; Galazzini, Vitturini, Ferri, Semprini (35’st Pasquato); Ballarini, Damian, Mihai (35’st Ianesi), Fabbri; Brighenti, Bocalon (9’st Saporetti).

A disposizione: Cazzaro, Tommasi, Trainotti, Bertaso, Matteucci, Simonti, Piazza.

Allenatore: Bruno Tedino.

ARBITRO: Mirabella di Napoli (Picciché di Trapani e Nicosia di Saronno. IV Ufficiale: Mazzer di Conegliano).

RETI: 34’st Marginean (N), 48’st Pasquato (T).

NOTE: campo in perfette condizioni. Giornata fredda. Spettatori 2.392. Ammoniti il tecnico del Novara Semioli per proteste, Mihai (T), Semprini (T) per gioco falloso, Ferri (T), Marginean (N) per comportamento non regolamentare. Calci d’angolo 6 a 2 per il Trento. Recupero 1’ + 5’.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SERIE C – Trento, punto d’orgoglio

TrentoToday è in caricamento