Sport

Scalet, il trentino campione di orienteering scala il Monte Sinai: è record

Nuovo record di salita al monte biblico, il secondo più alto dell'Egitto: "Mi ricorda la catena del Lagorai"

Scalet sulla cima del Monte Sinai

Nuovo record di ascesa sul Monte Sinai, in Egitto. A segnarlo è Riccardo Scalet, trentino, pluri-campione italiano di orienteerign. La salita al monte bibblico, noto anche come Monte Horeb, prevede un percorso di 5 chilometri ed un dislivello di 790 metri. Il campione trentino è arrivato sulla cima in 35 minuti e 17 secondi.

Il tempo di salita è stato certificato dallo Seikh Ahmed della tribù di Jebelia, responsabile della sicurezza del Monastero di Santa Caterina. La partenza è avvenuta dal monastero alle ore 6.30 locali del 10 novembre, data particolarmente significativa perchè ritenuta quella dell'ascesa di Mosè sul monte secondo la tradizione. In passato le migliori prestazioni sono state ottenute da altri due italiani: Cristian Rougier in 44’21” e da Max Calderan in 46’. 

Il Monte Sinai con i suoi 2.285 metri di altezza è la seconda montagna più alta dell'Egitto dopo il Monte Caterina (2.637 m). "Sono onorato di aver corso su una montagna di straordinaria importanza spirituale e storica" ha commentato Scalet, che ha anche rivolto un pensiero alle montagne di casa: "queste montagne mi ricordano molto la catena del Lagorai".

Un ringraziamento particolare a chi ha reso possibile l'impresa: "nella preparazione da un team perfettamente  organizzato, composto da Domina Travel, il consolato Italiano di Sharm, la tribù beduina Jebelia ed il PWT Italia. A tutti loro il mio grande grazie". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scalet, il trentino campione di orienteering scala il Monte Sinai: è record

TrentoToday è in caricamento