menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Super derby regionale tra Mezzocorona e San Giorgio

Quella in programma tra i rotaliani e gli altoatesini sarà una partita "inaspettatamente" di metà classifica e quindi non ci saranno troppe pressioni sui ventidue che scenderanno in campo. Il commento del ds gialloverde

E’arrivato il momento del derby. Domenica sul campo di via Santa Maria, con calcio d’inizio alle 14.30, il Mezzocorona affronterà il San Giorgio. Quella in programma tra i rotaliani e gli altoatesini sarà una partita “inaspettatamente” di metà classifica e quindi non ci saranno troppe pressioni sui ventidue che scenderanno in campo.

In effetti ben pochi si sarebbero aspettati lo scorso agosto che le formazioni allenate rispettivamente da Stefano De Agostini e Patrizio Morini sarebbero state in grado di mettere in carniere la bellezza di 32 e 31 punti a metà febbraio.
 
"Questo aspetto renderà l’incontro, se possibile, ancor più interessante- commenta Antonio Tormen, direttore sportivo dei gialloverdi. Né noi né i nostri avversari abbiamo infatti particolari problemi di classifica anche se non mi stuferò mai di ripetere che ci mancano ancora una decina di punti per essere definitivamente tranquilli. Siamo davvero tutti molto soddisfatti per come la squadra ha ripreso il cammino dopo la pausa invernale, siamo riusciti nella non facile imprese di vincere tre partite e pareggiarne una, sempre attraverso il bel gioco e con uno spirito molto propositivo. In questo Mezzocorona e San Giorgio si assomigliano parecchio e non credo sia un caso che all’andata il derby terminò sul due a due". 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Sanità, gli ospedali di Borgo e Tione liberi dal Covid

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 4 decessi e +85 nuovi contagi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento