rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
TrentoToday

Scorzè, podio di grinta per Carraro

Dopo averlo sfiorato al Marca il pilota di Casale sul Sile fa suo il terzo posto di R2B, lottando come un leone alla guida dell'Opel Adam R2 di Clacson Motorsport.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Eravamo abituati a vederlo al volante dell'eterna Renault Clio Williams, sempre protagonista dei quartieri nobili della classifica assoluta sulle strade amiche del suo Rally Città di Scorzè ma, continuando a cavalcare quella voglia di cambiamento già vista al Marca, Mirko Carraro ha confermato tutto il proprio valore, andando a cogliere la terza piazza in classe R2B, la quattordicesima di gruppo R e la diciottesima nella classifica assoluta. La presenza del giovane e talentuoso Virves, dall'Estonia alle insidiose pianure dell'entroterra veneziano per farsi le ossa in chiave mondiale, aggiungeva pepe ad un evento già sentito per il pilota di Casale sul Sile, alla sua seconda sull'Opel Adam R2 di Clacson Motorsport. Affiancato dal ritrovato Denis Silotto, sul sedile di destra, Carraro accusava poco feeling con il setup della trazione anteriore tedesca, chiudendo con il quarto tempo la prima “Noale”. Una “Fassinaro” in crescita faceva ben presto posto ad un testacoda, fortunatamente senza conseguenze, sulla successiva “Zero Branco” ed un passivo che saliva ad oltre mezzo minuto. “Dal Marca a qui il setup è stato stravolto” – racconta Carraro – “ed avendo soltanto lo shakedown, per lavorare all'assetto, non è stato semplice. Ad inizio giornata non mi trovavo a mio agio ed infatti sulla prima siamo finiti dritti mentre sulla terza abbiamo perso una ventina di secondi per un testacoda, a causa della tanta ghiaia presente in strada, e ci siamo girati come una trottola. Questa gara ha dei punti velocissimi e se ci si entra pieni si fanno i tempi mentre se non si è convinti è meglio andare piano altrimenti si fanno danni seri. Scorzè non perdona.” Trovata la giusta quadra al pacchetto tecnico il portacolori della scuderia La Superba iniziava ad avvicinarsi al treno di testa, archiviando il secondo giro con due terzi ed un secondo parziale che gli permettevano di mettere in cassaforte il terzo gradino del podio provvisorio. Un'ultima service area proficua permetteva al trevigiano di migliorare la confidenza con l'Adam, aumentando ulteriormente il passo e concludendo la gara di casa con un buon terzo di classe. “Nel secondo giro abbiamo montato gomme morbide” – aggiunge Carraro – “ed i risultati sono iniziati ad uscire. Nelle ultime due abbiamo continuato a lavorare sul setup e siamo cresciuti ancora, rendendo l'Adam più guidabile e sicura. Il giovane estone era irraggiungibile, è uno che fa il mondiale ed aveva anche una vettura superiore a tutti noi. Onore al merito a Finotti, ha fatto una gran gara e non pensavo che andasse così forte qui. Grazie a tutti i nostri partners, a Clacson Motorsport e alla scuderia La Superba. Per ora ci fermiamo qui, salvo sorprese future.” Prossimo appuntamento per Clacson Motorsport sarà l'imminente Rally Città di Arezzo, Crete Senesi e Valtiberina, in programma dal 6 al 8 Agosto, dove sarà impegnato Maurizio Pioner, con Bruna Ugolini su una Suzuki Swift Super 1600 nel Raceday Rally Terra, assieme a Roberto Galluzzi e Corrado Costa, rispettivamente con Andrea Montagnani e Domenico Mularoni sulle sempreverdi Opel Corsa GSI gruppo A nel Campionato Italiano Rally Terra Auto Storiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scorzè, podio di grinta per Carraro

TrentoToday è in caricamento