menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le società controllate dai Comuni dovranno contenere i costi

Approvato in via preliminare un protocollo d'intesa, sul quale dovrà esprimersi ora il Consiglio delle autonomie: previsto un tetto di 155 mila euro per i dirigenti e un limite massimo di 5 membri nei cda

La Giunta provinciale ha approvato in via preliminare un protocollo d'intesa, sul quale dovrà esprimersi ora il Consiglio delle autonomie, per l'individuazione delle misure di contenimento delle spese riferite a società di capitali controllate, anche in via indiretta, dagli enti locali. Previsto un tetto di 155 mila euro per i dirigenti e un limite massimo di 5 componenti che siedono nei consigli di ammnistrazione.

"Il protocollo - ha spiegato l'assessore agli enti locali Mauro Gilmozzi - va nella direzione di contenere ragionevolmente le spese e detta direttive precise su ciò devono fare gli enti locali, ovvero predisporre le azioni di verifica ex ante, durante e dopo l'attività svolta dalle società per verificarne le condizioni, lo stato di salute finanziaria e le eventuali azioni da intraprendere per sistemare eventualmente i bilanci, laddove ve ne sia la necessità. Si prevede che all'interno dei consigli di amministrazione vi sia altrettanta attenzione e disponibilità a darsi propri obiettivi ed a rispettare quelli che saranno dati anche dagli enti locali".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 1 decesso e +133 nuovi contagi

  • Cronaca

    Scialpinista travolto da una valanga: elisoccorso in volo

  • Attualità

    Come passare in zona bianca e cosa si può fare

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento