Acqua

Siccità: Veneto e Trentino al tavolo per la ricerca di soluzioni

Nei prossimi giorni l’atteso primo incontro per confrontarsi su idroelettrico e risorse per l’agricoltura

Il problema siccità è sotto gli occhi di tutti e non si tratta di una caratteristica meteorologica prettamente estiva: basta vedere quello che sta accadendo in questo mese di febbraio, privo di nevicate e ancor meno di piogge, con un conseguente riflesso sui bacini idrici del territorio. Tra questi, l’Adige, fortemente attenzionato tanto dalla Provincia di Trento quanto dalla Regione Veneto, tanto che entrambe hanno chiesto un tavolo tecnico per trovare soluzioni condivise nel campo della produzione di energia idroelettrica e non solo.

Tavolo che, da quanto emerso, dovrebbe riunirsi nei prossimi giorni, con al centro soprattutto le problematiche riguardanti le centrali del territorio e il settore agricolo che, senza acqua per irrigare i campi, va letteralmente incontro alla catastrofe. Così il governatore veneto Luca Zaia: “Dal tavolo auspichiamo possano emergere soluzioni condivise riguardanti l’ammontare dell’energia elettrica gratuita che i concessionari di grande derivazione idroelettrica devono fornire annualmente ai servizi sui territori interessati”.

E sul tema si è espresso così, invece, il presidente Maurizio Fugatti: “ Si tratta di materie complesse, dove la normativa nazionale deve essere raccordata con le leggi ed i regolamenti espressi a livello Provinciale e Regionale, nel rispetto delle autonomie e delle istanze dei territori. Con il presidente Zaia il dialogo è aperto e serrato, anche su queste tematiche, dalle quali potranno emergere soluzioni condivise che non solo sanino alcune situazioni ingarbugliate, ma possano anche essere una base per l’efficientamento e la messa a sistema di un ambito dove c’è ancora molto lavoro da fare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siccità: Veneto e Trentino al tavolo per la ricerca di soluzioni
TrentoToday è in caricamento