Videoclip della Lega con lo stemma della Provincia: il PD chiede spiegazioni

Messaggi di pochi secondi, estrapolati dalla diretta provinciale, con sovraimpresso lo stemma istituzionale

Logo della Provincia sui video della Lega: a depositare un'interrogazione in merito sono i consiglieri del Partito Democratico Alessio Manica e Luca Zeni. Il presidente della Provincia autonoma di Trento, il leghista Maurizio Fugatti, sarà dunque chiamato a rispondere dell'utilizzo dell'Aquila di San Venceslao sulle brevi clip che vengono quotidianamente diffuse dalla pagina facebook Lega Salvini Trentino. 

Si tratta di brevi videoclip che riprendono alcuni passaggi delle quotidiane conferenze stampa sull'emergenza coronavirus tenute dal governatore, sul modello di quanto accade in Veneto con l'ormai tradizionale appuntaento pomeridiano di Luca Zaia. Il materiale video è dunque diffuso dai canali ufficiali della Provincia, ma viene tagliato e ripreso "in pillole" dagli amministratori della pagina del partito, che hanno anche sovraimpresso lo stemma istituzionale.

Per Manica e Zeni è evidente " il chiaro obiettivo di attribuire a questa forma di comunicazione politica un carattere istituzionale. L’utilizzo dello stemma della Provincia è disciplinato in maniera puntigliosa dalla delibera della Giunta provinciale 1784/2010 che ne vieta espressamente, tra l’altro, l’utilizzo da parte di soggetti politici. Visto che la concessione e la tutela dello stemma provinciale compete al Presidente della Giunta a lui ci rivolgiamo per avere maggiori informazioni e spiegazioni in merito all’utilizzo distorto dello stemma provinciale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

Torna su
TrentoToday è in caricamento