Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Sulle circoscrizioni Sel si schiera contro la proposta di Giovanna Giugni

Luohi importanti di decentramento dei servizi ma anche della partecipazione democratica dei cittadini alla vita del Comune. Così Sel si schiera per la permanenza delle Circoscrizioni a Trento, contro la proposta di eliminarle, avanzata da Giovana Giugni, candidata con la sinistra ecologista alle scorse provinciali. Intanto Cia chiede di non lasciare la fascia tricolore ai presidenti

foto: Claudio Cia

"Rottura" tra Sel Trentino e la consigliera comunale Giovanna Giugni, candidata come "esterna" nella lista vendoliana alle scorse provinciali, autrice di una proposta in consiglio comunale a Trento per l'eliminazione delle circoscrizioni. La rinnovata sezione trentina di Selprende le distanze dalla proposta della consigliera. Sel Trentino si dichiara favorevole alla permanenza delle circoscrizioni, quali luoghi di decentramento amministrativo e funzionale, cui il Comune affida la gestione dei problemi quotidiani, sui quali poter intervenire più velocemente e in modo più efficace" si legge in un comunicato "analogamente va perseguita una forma di decentramento dei legami democratici, che pure rafforzi il peso politico delle circoscrizioni, in modo da garantire sia la partecipazione dei cittadini che la funzione di sensore efficace sul territorio per la giunta e il consiglio comunale. Una commissione del consiglio comunale potrebbe diventarne l’organo amministrativo sostituendo l’attuale apparato burocratico che ricalca l’organizzazione comunale,nello stesso tempo vanno difese e preservate l’identità e la specificità di ogni comunità."

Un ruolo che non va confuso con quello pienamente istituzionale del Comune a cui il consigliere della Civica Trentina Claudio Cia ha chiesto di vietare, come prevede la legge, l'uso della fascia tricolore per i presidenti circoscrizionali. Mozione poi bocciata dallo stesso consiglio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulle circoscrizioni Sel si schiera contro la proposta di Giovanna Giugni

TrentoToday è in caricamento