Politica Centro storico / Via Rodolfo Belenzani

Salvini a Pinzolo: "C'è la fila di sindaci che chiedono più telecamere e cani antidroga"

Il Ministro risponde alle polemiche scaturite dai controlli della Polizia nei bar cittadini

"Qui ci sono 50 anni di amministrazione di sinistra a cui porre rimedio, ma già in sei mesi qualcosa è cambiato". E' un Salvini che arriva da qualche giorno di vacanza (in cui "non ho aperto giornali nè visto telegiornali", dice) quello apparso di fronte ai giornalisti della stampa locale a Pinzolo nella mattinata di mercoledì 23 aprile, per la presentazione dei candidati del centrodestra (presenti anche Michaela Biancofiore, coordinatrice di Forza Italia e Francesca Gerosa di Fratelli d'Italia) per le elezioni supplettive del 26 maggio in Trentino: Martina Loss per il collegio di Trento e Mauro Sutto per quello di Pergine Valsugana, entrambi della Lega.

"C'è nervosismo a sinistra" dice, riferendosi, forse, alla polemica scoppiata sui giornali dopo i controlli della Polizia di Stato nei locali della città, dove è stato ordinato agli avventori di non uscire dal locale fino all'avvenuta identificazione. Un episodio oggetto di interrogazione da parte del consigliere provinciale di Futura Paolo Ghezzi, a sua volta criticato dal leghista Devid Moranduzzo. Una polemica alla quale risponde Salvini, confondendola però con un'altra operazione di controllo e repressione: quella contro lo spaccio fuori dalle scuole. "I fondi per l'operazione Scuole sicure sono stati raddoppiati; sono pieno di sindaci che chiedono telecamere, cani antidroga, più polizia locale. Se questi sindaci (Andreatta a Trento e Valduga a Rovereto, ndr) non sono contenti mi scrivano, c'è la fila per avere quei fondi".

Guardando alla cronaca internazionale ed all'attentato in Sri Lanka Salvini lancia l'allarme anche in Italia: "domani sarò al Ministero dell'Interno perchè non si verifichino episodi di violenza e aggressione da parte di fanatici terroristi islamici che ovviamente sono in Italia, così come sono nel resto del mondo. Come dimostrano le evidenze il problema sicurezza in Italia oggi riguarda l'eestremismo, il terrirosmo, il fanatismo, l'integralismo di matrice islamica. Estremismi rossi e neri ci sono ma sono sotto controllo, e sono fuori dal tempo".

Altre polemiche, altre risposte lapidarie: "il pericolo oggi in italia, accanto al terrorismo islamico, è la criminalità organizzata - ha detto Salvini - ognuno passa il 25 aprile dove vuole, il Ministro fa un'opera migliore ad andare a Corleone a combattere la mafia". E aggiunge: "chi dice che sono amico della malavita rispondo che ho non so quante minacce di morte da parte di clan mafiosi".

Il Ministero dell'Interno ha anche competenza sui beni confiscati. E se poi la mafia li ricompra tramite prestanome? "la cosa peggiore è equestrare una villa o un'azienda agricola e lasciarle vuote. Se qualcuno la vuole se la compra. Se lo Stato non riesce nemmeno a controllare allora non è unnno Stato". Il problema, finora, è stato proprio questo: nessuno può impedire ad un incensurato di comprare un bene confiscato, ed i legami sono tutti da accertare, a crico dello Stato naturalmente.

Ancora sulla politica locale: "l'autonomia non è a rischio" rassicura il vicepremier. Poi si affretta ad aggiungere: "ci sono 10 Regioni che hanno fatto richiesta di maggiore autonomia, è nostro dovere rispondere a questa richiesta". Insomma: il Trentino sarà ancora autonomo,ma lo saranno anche gli altri. E poi sul sindaco di Pinzolo, indagatio per turbativa d'asta ed allontanato dal Comune: "ci siamo scambiati gli auguri di Pasqua, chiedo che i giudici facciano bene e in fretta, ma devo dire che il divieto di dormire con la moglie ed i figli nel proprio paese non si applica nemmeno ai mafiosi". 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvini a Pinzolo: "C'è la fila di sindaci che chiedono più telecamere e cani antidroga"

TrentoToday è in caricamento