menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Politica: taglio degli assessori e della "porta girevole"

Il testo unificato, che raccoglie le indicazioni contenute in diverse proposte di legge, sarà blindato, cioè non potranno essere apportati emendamenti che ne stravolgono l'impianto

Approda lunedì, in prima Commissione legislativa, il testo legislativo unificato le cui norme prevedono la soppressione della cosiddetta "porta girevole", cioè l'incompatibilità fra consigliere provinciale e componente di giunta. Il testo unificato, che raccoglie diverse proposte di legge diverse, sarà sottoposto ai commissari nella stesura predisposta della presidenza del Consiglio provinciale e sarà blindato, cioè non potranno essere apportati emendamenti che ne stravolgono l'impianto. La parola passa ora alla prima commissione che ha posto il disegno di legge su una corsia preferenziale al fine di consentirne l'approvazione ancora entro novembre e l'entrata in vigore della norma a partire dalla prossima legislatura.

Il provvedimento, che ha ricevuto anche il parere favorevole della componente di maggioranza del Consiglio, in sintesi propone: la soppressione della "porta girevole", riportando nell'alveo del Consiglio i membri della Giunta; la riduzione del numero massimo degli assessori scelti tra i consiglieri eletti, da 8 a 6; la riduzione da 3 a 1 del numero massimo di assessori "esterni", ossia nominabili da parte del Presidente fuori dal Consiglio; la previsione relativa al periodo che intercorre tra la data di nomina della Giunta e il giuramento in aula da parte dei consiglieri dopo le elezioni: la Giunta dovrà limitarsi agli affari di ordinaria amministrazione.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento