menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Doppia preferenza e campagna elettorale, Rossi: "Riproporremo nella prossima legislatura"

Sia la maggioranza, per voce del presidente Ugo Rossi, che il consigliere di minoranza Giacomo Bezzi, firmatario di uno dei due ddl, guardano già alla prossima legislatura. Nel frattempo la legge sulla doppia preferenza di genere è stata affossata, anche se il termine tecnico è "sospesa"

La vicenda del disegno di legge sulla doppia preferenza di genere ha lasciatoo profonde lacerazioni in Consiglio provinciale. La  maggioranza fa sapere che la questione è solo rimandata. "Il ddl è sospeso, ma non è annullato e sarà il primo punto delle priorità del centro sinistra autonomista nella prossima legislatura, perché è stato un errore di natura tecnica e non di volontà politica discuterlo vicino alla campagna elettorale", questa la dichiarazione del Presidente della Provincia Ugo Rossi raccolta dall'Ansa.

Per il PD erano invece presenti l'assessore Sara Ferrari e la consigliera Lucia Maestri, promotrice, insieme al consigliere di Forza Italia Giacomo Bezzi, del ddl. "Oggi i luoghi decisionali del Trentino - ha osservato l'assessora Sara Ferrari - sono più deboli. Chi ha ostacolato questa legge non guadagna niente e dobbiamo tutti prenderci la responsabilità collettiva, considerando che abbiamo perso una battaglia ma non la guerra". "Ci piacerebbe ci fosse anche il centro destra qui oggi a spiegare perché ha dato uno schiaffo non alla maggioranza, ma al patrimonio di una comunità" ha chiosato Lucia Maestri, riferendosi all'assenza del consigliere Giacomo Bezzi, che però già ieri in aula aveva, poco prima della  conclusione "a vuoto" della seduta, aveva dichiarato il  proprio impegno a riproporre un disegno di legge sulla doppia preferenza nella prossima legislatura, confermando quanto detto da Rossi: si guarda già alla campagna elettorale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento