Lunedì, 15 Luglio 2024
Politica

La segretaria del Pd Lucia Maestri se la prende con Ignazio La Russa

Dito puntato contro le parole del presidente del Senato sull’Msi. Poi rilancia: “Che cosa condivide il movimento autonomista con queste ideologie?”

Le parole commemorative di Ignazio La Russa nei confronti del Movimento Sociale Italiano, in occasione del suo 76esimo anniversario, hanno avuto un’eco anche in Trentino.

È infatti la segretaria provinciale del Pd Lucia Maestri che se la prende con il presidente del Senato, definendo la commemorazione nostalgica di La Russa “del tutto stonata”.lucia maestri-2

“La seconda carica dello Stato ha così certificato, nel ribadire la sua storia politica, una scelta di campo netta, rinunciando in tal modo a quell’essenziale carattere ‘super partes’ che sempre dovrebbe informare l’azione delle più alte istituzioni democratiche, ma ha anche riaffermato i legami fra questa maggioranza di governo e la non sempre trasparente galassia della destra estrema. Se il buon giorno si vede dal mattino c’è di che preoccuparsi” ha commentato Maestri.

La segretaria dem, però, coglie l’occasione delle parole di La Russa anche per guardare alla politica trentina: “Cosa condivide il movimento autonomista con queste ideologie, fondate su di una storia di sopraffazione anche violenta dell’avversario e sul nazionalismo più esasperato? Difendere l’autonomia non è riducibile alla tecnica della convenienza momentanea, ma significa anche scegliere valori e trascorsi e quindi decidere su quale versante della storia costruire un progetto politico per il futuro di questa terra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La segretaria del Pd Lucia Maestri se la prende con Ignazio La Russa
TrentoToday è in caricamento