menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Interrogazioni in consiglio: a domanda non si risponde

Al 30 gennaio a palazzo Trentini risulta che 603 interrogazioni presentate dai consiglieri provinciali non hanno ancora ottenuto la risposta scritta chiesta alla Giunta nonostante siano scaduti i 30 giorni l'esecutivo è tenuto a fornirla

Al 30 gennaio 2013 a palazzo Trentini risulta che 603 interrogazioni presentate dai consiglieri provinciali non hanno ancora ottenuto la risposta scritta chiesta alla Giunta nonostante siano scaduti i 30 giorni entro i quali, per regolamento, l'esecutivo è tenuto a fornirla. In 42 casi le interrogazioni insoddisfatte sono state giudicate tali da esigere una "risposta complessa", anche questa prevista dal regolamento del Consiglio. A ciascuna di queste particolari interrogazioni la Giunta ha dato quindi, per ora, una risposta interlocutoria, riservandosi di inviare quella definitiva dopo aver raccolto informazioni presso soggetti esterni alla Provincia. Sempre in base al regolamento, per dare queste risposte ai consiglieri la Giunta dispone di 15 giorni di tempo in più rispetto ai 30 canonici. Il 17 aprile 2012, segnala Antonio Girardi dell'ufficio stampa del Consiglio provinciale, le interrogazioni rimaste senza risposta oltre i termini previsti erano 353.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La pillola contro il Covid: arriva il vaccino senza puntura

Ultime di Oggi
  • Economia

    Pensioni, cosa succederà dopo Quota 100

  • Attualità

    La pillola contro il Covid: arriva il vaccino senza puntura

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento