menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scelto dal Consiglio per la Corte dei conti: costa 200 mila l'anno

200 mila euro l'anno: tanto costerà alle casse provinciali l'incarico affidato dal Consiglio provinciale a Gianfranco Postal, da pochi giorni componente della Sezione di controllo di Trento della Corte dei conti

Ducentomila euro l'anno: tanto costerà alle casse provinciali - quindi ai cittadini - l'incarico affidato dal Consiglio provinciale a Gianfranco Postal, componente del Comitato legislativo provinciale fino al 20 settembre, da pochi giorni (dal 27 settembre) nuovo componente della Sezione di controllo di Trento della Corte dei conti. Un decreto del Presidente della Repubblica datato 1988 prevede infatti che le sezioni di controllo della Corte dei conti possono essere integrate con un componente designato rispettivamente dal Consiglio della Provincia di Trento e da quello della Provincia di Bolzano, con oneri - però - a carico delle Province.

Questi oneri, nel caso in questione,  ammontano a 192.137,71 euro annui lordi - quale costo del personale - ai quali va aggiunto l’importo, presunto, di 7.862,29 euro per "voci variabili e rimborsi spese da determinare". Denaro che servirà a rimborsare i costi sostenuti dalla Corte dei conti per pagare lo stipendio al nuovo consigliere nominato dalla politica, che rimarrà in carica fino al 26 settembre 2017. Duecento mila euro l'anno per cinque anni fa... 1 milione di euro.
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento