Solidarietà internazionale, Rossato (Lega): "Favorire progetti a beneficio dei trentini"

La consigliera della Lega forse confonde solidarietà internazionale e solidarietà tout court, in ogni caso conclude con un messaggio alle associazioni: "Rivolgetevi ai privati, non tirate in mezzo i politici"

"Abolire la norma che destinava lo 0,25% del bilancio provinciale alla Cooperazione internazionale non significa fermare i progetti di solidarietà internazionale, semplicemente si vogliono gestire meglio i contributi pubblici da destinare a tali attività favorendo quelli che aiutano concretamente i trentini". Lo scrive, in un comunicato, la consigliera leghista Katia Rossato. 

Insomma "prima i trentini", anche nel campo della solidarietà internazionale. La frase sembra essere una palese contraddizione: quali sarebbero i progetti di solidarietà internazionale che aiutano concretamente i trentini? Pensiamo però che sia da interpretare nel senso di un aiuto alle comunità di Trentini nel Mondo. I due mondi, quelli della cooperazione internazionale e quello dei discendenti degli emigrati trentini, erano uniti in uno stesso assessorato due legislature fa, tra l'altro con esiti non proprio all'insegna della gestione ordinata ed efficace dei contributi erogati. Ma questa è solo una nostra supposizione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nessuno vieta ai privati di fare donazioni"

Del resto è la stessa Rossato a liquidare la questione con un invito alle associazioni di solidarietà internazionale a rivolgersi al buon vuore dei privati, e non dell'ente pubblico: "La riforma non vieta a chi ha la possibilità economica di effettuare donazioni per sostenere tali progetti: ciò, per esempio, avviene per tantissime associazioni, che gestiscono numerose attività senza richiedere denaro pubblico, basandosi solo sui contributi di soggetti privati. A tal proposito riteniamo che le associazioni serie, che si muovono in silenzio e con impegno costante, trattandosi di volontariato, sono le tante che lavorano senza scomodare tutta una serie di politici per ingaggiare battaglie politiche che non hanno ragion d'essere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rubano l'acqua del Comune per le fragole ma prosciugano l'acquedotto: danno da 220.000 euro

  • Valfloriana: auto e moto a fuoco dopo lo schianto, una persona ha perso la vita

  • Covid, picco di contagi in Trentino: 76 nelle ultime 24 ore

  • Valfloriana, incidente mortale: motociclista muore carbonizzato

  • Coronavirus: 32 nuovi casi, ci sono altri 3 contagiati nelle scuole

  • Studente positivo asintomatico: isolati compagni di classe ed insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento