Politica

Remo Libardi tra la Stet ed il consiglio comunale di Levico

Giovedì 22 maggio si terrà il primo consiglio comunale a Levico della legislatura 2014-2020, ci sono però ancora molti interrogativi politici ai quali dovrà rispondere il sindaco Michele Sartori

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Il 22 maggio prima convocazione per il consiglio comunale di Levico, con otto punti all'ordine del giorno. Il sindaco Michele Sartori ha già scelto la sua "squadra" di Giunta (Laura Fraizingher, Marco Martinelli, Andrea Bertoldi, Werner Acler), ma ci potrebbero essere dei cambiamenti in corsa.

Remo Libardi si è candidato come sindaco in alternativa a Sartori ed ora deve decidere se rimanere consigliere delegato in Stet (mandato comunque politico, che dovrà essere avallato dal sindaco) oppure diventare consigliere comunale. Una "mossa" che gli permette di mettere in difficoltà Sartori, perchè se tra i quattro consiglieri di Impegno per Levico (in foto da sinistra Tommaso Acler, Remo Libardi, Efrem Filippi, Emilio Perina) si dovesse dimettere un altro (o il primo dei non eletti Romano Avancini non accettasse), entrerebbe in consiglio Laura Vettorazzi. Il che cambierebbe i connotati anche alla giunta: con 4 consigliere sui 18 componenti del consiglio (22,7%), dovrebbe essere garantita al genere femminile proporzionale rappresentanza in giunta (2 assessore su 5).

Quindi Sartori sarebbe costretto a rimescolare le carte, rimettendo mano al già difficile equilibrio tra Pd, Upt, Patt. Altre informazioni sulla conferenza stampa convocata stamattina da Impegno per Levico le troverete sull'edizione di domani del quotidiano Trentino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Remo Libardi tra la Stet ed il consiglio comunale di Levico
TrentoToday è in caricamento