Ripresa delle nascite e aiuto ai giovani: progetto da 7,2 milioni di euro

Strategia pensata a livello nazionale che, per quanto riguarda il Trentino - come deciso dalla Giunta provinciale -, interesserà una prima area-pilota: Castello Tesino, Cinte Tesino, Pieve Tesino

Miglioramento delle tendenze demografiche in atto in alcune aree del Paese in termini di riduzione dell'emigrazione, attrazione di nuovi residenti, ripresa delle nascite e modifica della composizione per età a favore delle classi più giovani. Il tutto con con risorse sia nazionali sia  europee, per la precisione, per quanto riguarda il Trentino: 3.720.000 euro dallo Stato, attraverso la legge di Stabilità, e altri 3.720.000 grazie ai Fondi messi a disposizione dall'Unione europea. Lo prevede  "Aree interne", strategia pensata a livello nazionale che, per quanto riguarda il Trentino - come deciso dalla Giunta provinciale -, interesserà una prima area-pilota, dove sperimentare le misure: il territorio della Bassa Valsugana, costituito dai comuni di Castello Tesino, Cinte Tesino, Pieve Tesino. Il progetto si svilupperà su due linee di azione convergenti: una diretta a promuovere lo sviluppo attraverso progetti finanziati dai diversi Fondi europei, l'altra diretta ad assicurare a queste stesse aree livelli adeguati di cittadinanza in alcuni servizi essenziali (salute istruzione e mobilità).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

Torna su
TrentoToday è in caricamento