Mercoledì, 16 Giugno 2021
Green Centro storico / Piazza Raffaello Sanzio

Frutta e verdura di stagione: una scelta economica e responsabile

Il Centro Consumatori di Trento: "Chi compra frutta e verdura coltivati nella regione, nonché di attuale raccolta, ha la freschezza garantita e fa del bene ad ambiente e portafoglio"

L'erba del vicino è sempre più verde. L'antico proverbio non vale nel caso di frutta e verdura. Ad essere più "verde", ovvero più fresca e gustosa, è la verdura più vicina a noi; ed oltre ad essere più buona è anche più sostenibile. A sottolinearlo è il Centro Consumatori di Trento che ha realizzato un vero e proprio calendario (clicca qui) con il periodo di raccolta della frutta e della verdura mese per mese.

Certo, nei mesi invernali bisogna accontentarsi delle varietà disponibili, ma si tratta di una scelta responsabile: "Prodotti importati da oltremare,  per esempio dall'Asia, dall'Africa del Sud, dalla Nuova Zelanda, hanno un bilancio ecologico capace di rendere amaro anche la torta più dolce; il consumo di carburante e le relative emissioni sono enormi - spiega una nota del CRTCU - Il trasporto di 1 kg di asparagi dal Sudafrica, ad esempio, consuma 4 litri di cherosene, mentre l’import di 3 kiwi dalla Nuova Zelanda produce 2 kg di CO2."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frutta e verdura di stagione: una scelta economica e responsabile

TrentoToday è in caricamento