Ampliamento piste a Campiglio, gli ambientalisti: "Strada senza uscita"

"Preoccupa il silenzio del Parco Adamello Brenta, attendiamo notizia dalla Giunta" commenta l'Osservatorio sull'ambiente trentino

Che la nuova governance del Parco Naturale Adamello Brenta venga considerata più propensa a sposare lo "sviluppo" locale preoccupa non poco" questo il velenoso commento dell'Osservatorio Spontaneo sul rispetto per l'ambiente in Trentino sul progetto  di  ampliamento delle piste nella zona di Madonna di Campiglio. Accantonato il progetto di un collegamento a Serodoli, dopo le ripetute proteste da parte di associazioni  ambientaliste e alpinistiche (la SAT fu parte integrante della protesta) si cercano ora altre aree di apmplaimento. "si continua a insistere in un'unica direzione. Senza uscita, visti i cambiamenti climatici in atto - scrive su facebook l'Osservatorio - atttendiamo notizie dalla Giiunta, specialmente dagli assessori Dallapiccola e Gilmozzi e dai gruppi del Consiglio provinciale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

Torna su
TrentoToday è in caricamento