Giovedì, 13 Maggio 2021
Economia

La Uil alla Provincia: "Riformare i contributi al turismo"

La Uil sollecita anche in Trentino una riforma del finanziamento del turismo analoga a quella proposta in Alto Adige e chiede alla Giunta Dellai di dare vita a "una diversa modalità di finanziamento del settore"

La Uil sollecita anche in Trentino una riforma del finanziamento del turismo analoga a quella proposta in Alto Adige e in una nota Walter Alotti chiede alla Giunta Dellai di dare vita a "una diversa modalità di finanziamento del settore, con tre livelli di contributo: pubblico (già in essere in Trentino), dell'ospite (introduzione di una minima tassa di soggiorno comunale) e delle aziende che beneficiano del turismo".

Per la Uil "non è più equo e sostenibile già ora, né lo sarà comunque domani, che l'ente pubblico si faccia carico delle azioni di rafforzamento di tali mercati, delle politiche di promozione del territorio e dello sviluppo delle infrastrutture (ad esempio impianti a fune), portando vantaggi economici ai soggetti privati che raramente contribuiscono agli investimenti ed anzi, spesso, godono di ulteriori benefici fiscali e contributi pubblici". "Siamo convinti - conclude Alotti - che un finanziamento del settore turistico costruito sui tre pilastri sopra citati produrrebbe un incremento di almeno un terzo delle risorse investibili, consolidando il sistema e mettendolo al riparo da possibili prevedibili emergenze finanziarie future".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Uil alla Provincia: "Riformare i contributi al turismo"

TrentoToday è in caricamento