Martedì, 15 Giugno 2021
Economia Via Innsbruck

Sait, Filcams punta il dito contro Movitrento: "Lavoro aumentato da quando ci sono gli esuberi"

Il ricorso a lavoratori esterni, della coop Movitrento, a fronte di una cassa integrazione per i propri, non convince la Cgil. Venerdì lavoratori in assemblea e ultimo incontro per l'accordo

Sait ha consegnato i dati sulle esternalizzazoni all'interno della trattativa sugli esuberi. Ciò su cui si vuol fare chiarezza è l'affidamento di parte del lavoro ad un soggetto esterno, la cooperativa Movitrento la cui presidente è anche vicepresidente della Federazione della Cooperazione Trentina.

"Movitrento ha sensibilmente incrementato il lavoro nel magazzino di via Innsbruck da quando i dipendenti sono stati messi in cassa integrazione. E' evidente, per noi, che il lavoro che veniva svolto dai cassaintegrati è stato svolto da Movitrento” accusa Roland caramelle, segretario Filcams-Cgil.

Venerdì i lavoratori si ritireranno in assemblea, convocata dalle tre sigle sindacali e contemporanamente ci sarà un ulttimo incontro dei vertici sindacali con quelli aziendali per arrivare ad un accordo. Al tavolo è stata invitata anche la Cooperazione,  dalla quale cci si attendono risposte sul piano di ricollocazione degli esuberi, ma anche sulle esternalizzazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sait, Filcams punta il dito contro Movitrento: "Lavoro aumentato da quando ci sono gli esuberi"

TrentoToday è in caricamento