menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercatone Uno: cassa integrazione fino a maggio, e poi? CGIL: "Intervenga la Provincia"

La Cgil: "Seguiamo la vicenda, sperando nel coinvolgimento della Provincia autonoma di Trento per il futuro dei 24 ex lavoratori trentini"

Cassa integrazione fino a maggio 2020 per gli ex lavoratori del Mercatone Uno di San Michele all'Adige, grazie ad un articolo ad hoc inserito nel decreto Mille Proroghe. Nella giornata di martedì 7 gennaio presso il Ministero dello Sviluppo economico è stato firmato l’accordo che proroga l’ammortizzatore sociale fino al 23 maggio 2020. Una piccola buona notizia per i 1689 dipendenti in Italia, 24 in Trentino, del gruppo rimasti a casa a maggio dello scorso anno a seguito del fallimento della Shernon che aveva acquisito la proprietà dei 55 punti vendita del gruppo.

E’ di fine anno, invece la norma che stabilisce che per questi dipendenti il calcolo dell’indennità di disoccupazione per il 2019 dovrà essere riadeguato alle condizioni contrattuali precedenti alla cessione a Shernon. Ricalcolo ottenuto con un articolo ad hoc inserito nel decreto Mille Proroghe approvato in Parlamento. I dipendenti, infatti, avevano accettato contratti part time ritrovandosi, con il fallimento, con assegni di disoccupazione bassissimi.

“La speranza adesso è che la stessa misura possa essere riconosciuta anche per i mesi del 2020 – spiega Alessandro Stella, funzionario della Filcams del Trentino che segue questa vertenza -. Resta la preoccupazione per il futuro di questi lavoratori. Ad oggi nessuna delle offerte di acquisto presentate è conforme al regolamento di vendita e non si fa carico della totalità dei lavoratori. Le prossime settimane saranno importanti per capire se si aprono prospettive valide. Per quanto ci riguarda continuiamo a seguire con grande attenzione questa partita coinvolgendo anche la Provincia di Trento”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento