Economia località Linfano

Slai Cobas: "Alla Dana comportamenti antisindacali"

Chiesto un incontro con il manager Rino Tarolli per chiarire una situazione, secondo il sindacato, di discriminazione verso gli iscritti e vessazioni. "La direzione evita perfino di incontrare la nostra Rsu aziendale" denunciano

Il sindacato Slai Cobas, presente nella Rsu della Dana di Arco con due rappresentanti, denuncia un presunto "trattamento discriminatorio, ai limiti del comportamento antisindacale" e chiede un incontro con il top manager, ingegner Rino Tarolli. Secondo i sindacalisti Slai Cobas "mentre con altri sindacati presenti, come la Fiom, vengono instaurate normali relazioni sindacali, la Dana evita persino di incontare l'Rsu aziendale Slai Cobas".

"A fronte di un andamento molto positivo del fatturato Dana da diversi anni, supportato da sempre dai contributi provinciali milionari" continua la nota del sindacato "aumentano continuamente i ritmi di lavoro (officina-e reparto assemblaggio), si accresce il numero di giovani lavoratori assunti per pochi mesi e regolarmente sostituiti con altro personale precario, si generalizza l’uso delle lettere di ammonizione e degli spostamenti ‘punitivi’ all’interno della fabbrica senza alcun riguardo per le stesse condizioni di salute dei lavoratori. Situazione quest’ultima che sta anche portando a cause di lavoro per demansionamenti, ingiustificati cambi di mansioni e vessazioni continue verso i lavoratori che si oppongono a tutto ciò".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slai Cobas: "Alla Dana comportamenti antisindacali"

TrentoToday è in caricamento