rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Economia Centro storico / Piazza Raffaello Sanzio

CRTCU: nessuna spesa in più per pagamenti con bancomat e carta di credito

Nessun addebito per il pagamento con bancomat e carte di credito: il divieto assoluto è stato sancito da un recente provvedimento dell'Autorità Garante. Il Centro Consumatori di Trento invita a segnalare comportamenti sanzionabili

Nessun sovrapprezzo per il pagamento con bancomat o carta di credito, nemmeno online. A ribadire i divieto, stabilito dall'articolo 62 del Codice del Consumo e recentemente con un provvedimento dell'Agenziam per la  concorrenta ed il  mercato, è il Centro Consumatori di Trento che invita i cittadini a rivolgersi allo sportello di via Sanzio per  qualsiasi chiarimento.

Emblematico è il caso del pagamento del bollo auto che, in caso di utilizzo di bancomat, prevede un addebito a carico del consumatore. E' proprio da questo caso che ha preso le mosse il provvedimento dell'Agcm, che ha sanzionato l'Aci ribadendo il divieto assoluto, senza eccezioni nè deroghe. Per quanto riguarda i pagamenti on-line, per esempio nel caso di acquisto di voli aerei, la partita è invece ancora aperta. 

"L’addebito di spese per l’utilizzo di carta di credito e bancomat rappresenta un ostacolo all’utilizzo di questi metodi di pagamento e, pertanto, è vietato - spiega la nota del  Crtcu - Al divieto di applicare spese, ricordiamo, si affianca l’obbligo di mettere a disposizione e quindi accettare i pagamenti con carta di credito e bancomat, con soglia limite di 5 euro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CRTCU: nessuna spesa in più per pagamenti con bancomat e carta di credito

TrentoToday è in caricamento